SURYANAYANASHASHI 

    I BAMBINI DAGLI OCCHI DI SOLE

 

 

Allorquando  l’umanità nel suo insieme sta perdendo di vista il Grande Progetto Cosmico Universale  “del ritorno verso casa”,  “tornano” sulla terra gli Avatara.

L’Avatar non è il termine moderno così come oggigiorno vien usato per definire taluni soggetti virtuali, bensì una specifica qualità che, in sanscrito, indica un’Incarnazione Divina la quale, di era in era, si RI-manifesta sulla terra e prende forma umana per irradiare l’umanità della Sua Energia Cosmico Universale e guidarne l’evoluzione spirituale di quell’epoca.

Per favorire la missione epocale degli Avatara, si reincarnano in massa anche i facilitatori del progetto di emancipazione coscienziale conforme, i quali, non solo vengono a corollario della Divina Ridiscesa per facilitarne la diffusione, ma, nella loro funzione di traghettatori transepocali, si incaricano anche della continuità del processo evolutivo umano, sia preservando gli effetti procurati dall’Avatara anche dopo la Sua ascesa, sia precedendone il “ritorno” preparando il “territorio” idoneo alla Sua ri-discesa.

 

 Di era in era, infatti, quando i venti di cambiamento epocale iniziano ad alzarsi, questi “aggiornatori delle frequenze vibrazionali sottili” vengono a provocare delle perturbazioni nella staticità delle strutture dei modelli comportamentali collettivi affinché le memorie di quegli antichi archetipi cedano il posto ai nuovi codici pronti a dar vita ad un’umanità dalla coscienza rinnovata.

 

Questi precursori che riprendono un corpo fisico, in modo particolare all’alba delle nuove ere cosmiche, specie in previsione di un passaggio dimensionale, sono chiamati SURYANAYANASHASHI I Bambini dagli Occhi di Sole.

I bambini Surya, pregni delle vibrazioni del Sole Centrale-Elio, in questo millennio, sono destinati a fare, non solo da cassa acustica all’imput di risveglio all’autoluminosità irradiante, ma anche da ammortizzatori e redistributori delle nuove potenti ondate di energia che giungeranno sulla terra quando nel tempo intorno al 21-12-2012 la terrà sarà allineata al centro della galassia.

 

In quel periodo sarà come se un portale cosmico si spalancasse sul nostro pianeta e attraverso l’irradiazione del Potere della Sonorità Luminosa emanante da Elio, Sole Centrale, proiettasse ogni coscienza nel salto quantico.

 

 “- Se fallirete lo scopo- dice Abba- non verso Elio sarete innalzati ma contro Elio sarete scagliati” nel senso che avverrà un risucchio d’influenza rettiliana  

 

L’attuale compito dei SURYANAYANASHASHI é quello di interrompere il sordo eco rettiliano e provocare il passaggio dimensionale coscienzialuminoso a quante più creature possibile.

Essi vengono a ristabilire il Potere di mezzo, quello dell’assenza di dualità.

Il loro ruolo è quello di facilitare il passaggio dimensionale per compiere il quale è necessario addentrarsi consapevolmente nei meandri sotterranei della coscienza rettiliana, riconoscerne i meccanismi, e lasciare assorbire dalla Coscienza Luminosa la potente energia che da qui scaturisce, per poi farla confluire nel nuovo programma rigenerata e addomesticata.

 

Questo potere viene dalla vibrazione originaria giunta a noi come Sonorità Luminosa della quale i SURYANAYANASHASHI sono diretti portatori.

 

I Suryanayanashashi, i Bambini dagli occhi di Sole, “- I luminosi pionieri dell’Onnipotente, portatori di una meravigliosa aurora e precursori di una moltitudine luminescente”, Sri Aurobindo li “vedeva” sgretolare le barriere dei destini partoriti dalla stessa madre Paura e orfani dello stesso padre Amore,

In questo periodo epocale in cui l’essere umano di massa, nel suo annaspare quotidiano è alla gogna della paura e vi è mantenuto, come una farfalla nella ragnatela rettiliana, da millenari condizionamenti collettivi, i Suryanayanashashi, trasmutatori delle frequenze vibrazionali, camminano nel mondo nel mondo per mutare le coscienze da sofferenza in gioia e riportare luminosità sul nostro pianeta”-

Questi Bambini dagli Occhi di Sole hanno il compito specifico di aiutare la diffusione dell’emancipazione coscienzialuminosa, scrigno della capacità di spezzare questo “cerchio di ferro che ci si stringe al collo” rendendoci prigionieri di quelle frequenze vibrazionali, remore rettiliane, le quali,non solo impediscono il salto quantico dalla terza alla quarta dimensione e in rapida successione alla Quinta, ma tentano di ri-precipitare l’umanità dalla Terza alla seconda.

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!