VOLO SCHAMAIM

 

PH è il volo SCHAMAIM della consapevolezza nella coscienza.

Nella sua accezione ebraica, la parola SCHA- MA- IM accezione  assumere il significato specifico di universo dello spirito, il cosmo della coscienza consapevole della verità multiforme, gli spazi della presenza mentale al di sopra delle elaborazioni della mente, ed anche delle IM-magini mentali che si trasformano in forme MATER-iali in quanto IM- MAGI- NATE (IM-MAGI-NATE da cui nascono le forme)

 

In SCHA- MA- IM

SCHA ha in se la valenza del fuoco trasmutatore che trasferisce-trasla

               nell’universo dello spirito. Ovvero il processo di mutamento di stadio

               coscienziale e dell’attraversamento dei vari stadi di coscienza.

 

COSCIENZA        COSCIENZA CONSAPEVOLE       COSCIENZA LUMINOSA

                            COSCIENZA LUMINOSA COSMICO UNIVERSALE

 

MA indica la SHAKTI calata nella MATER-ia.

E’ l’energia dinamica nella manifestazione,  della volontà-azione-conoscenza, corrisponde alla illimitata capacità insiita nella Pura Coscienza Infinita, di assumere qualificazioni e determinazione.

In qualità di MA-TER Divina è considerata l’Energia Primordiale)

La MATRICE delle forme (generate da pensiero-sentimento-emozion)

La MATER dalla quale ogni corpo IMMAGINATO nasce

 

Se ammettiamo la possibilità di essere Entità vestite di una forma fisica

allora stiamo già comprendendo che siamo Entità-Sostanza calati in una forma costituita da atomi elementari, (originariamente totipotenti e distintisi poi in elementali) ) aggregati in base ai codici albergati incarnati nelle memorie che albergano negli spazi informanti da cui il magnetismo, che attira al nostro mondo le esperienze che caratterizzano la nostra vita terrena, trae sia l’imput iniziale che l’energia emanante.

 

IM è un suono di concentrazione, lo spazio in cui converge ogni particella per essere poi “indirizzata (IM-METTERE).

 

Il viaggio SCHAMAIM che si intraprende con PH è quello della consapevolezza che si cala nella coscienza, comprende meccanismi di modelli di pensiero, matrici di spazi informanti, codici di memorie incarnati nelle cellule, (palinsesto da cui deriva il magnetismo che attira alla nostra vita persone e circostanze che gli si conformano)

ne verifica i contenuti, disattiva codici superati e porta le nuove informazioni

 

 

 

 

Dunque la guarigione di cui si parla in PH consiste nella

 

RI-QUALIFICA coscienziale

 

RE-INFORMAZIONE degli spazi informanti

RI-CODIFICA dele memorie cellulari

RI-CORDARE  la nostra reale natura

RE_INTEGRARSI nella Dignità Cosmica Divina (Centro di risonanza

                          vibratoria-coscienziale a vari livelli di frequenza

        incontro di autocoscienze)

RI-SVEGLIO dello spirito.

 

Nella sua estensione RI- SVEGLIARE indica rimettere in azione e il ri-svegliare lo spirito sottintende (anzi SOPRA INTENDE) il rimettere in azione il potere dello spirito il cui potere verrà risvegliato individualmente, onoranza dopo onoranza nel rispetto di personali tempi e processi evolutivi.

 

 

Possiamo paragonare questo percorso al processo di trasformazione della farfalla  dove il BRUCO è il percorso terreno

                     LA CRISALIDE è l’anima con il suo continuo mentale

                      LA FARFALLA è lo spirito

Dato che tutte le farfalle volano è sensato dire che tutti i bruchi torneranno a volare.

 

E’ la coscienza Luminosa che nel respiro si identifica nella Coscienza Cosmica Universale e agisce da quella prospettiva.

 

Una parentesi

Nel messaggio di Abba che seguirà c’è l’illustrazione del lavoro che si può compiere nel percorso da lui istruito.

 

- Rendetevi responsabili delle vostre azioni! –dice Abba- Sradicate i sensi di colpa come si toglie la gramigna da un prato di giovane erba e diverrete luminosità di esistere.

Estirpate sensi d’indegnità come tenere sgombro un nitido sentiero e vi irradierete ogni passo del divenire conoscenza e potere.

Rendetevi degni di onorare ogni risiedere in voi e risplenderete nel Dio di ogni Dio.

La ragione per la quale Abba è con voi è per aiutarvi, ponte dopo ponte, a varcare nuovi territori e monte dopo monte allargare la visione degli orizzonti e cima dopo cima conquistare vette sempre più ardite e vetta dopo vetta essere cielo nel Cielo dell’Universo Infinito e Sostanza nel cuore di RIM. -

- Vi prometto ogni cosa se terrete fede alla promessa fatta al Dio di ogni dio di vederLo in ogni forma per saperLo in ognuno e trovarLo al vostro centro

Siate forti come rocce e teneri come albume d’uovo e flessibili come spighe di frumento e fluidi come acqua e saporiti come sale e dolci come miele e miti come agnelli e autorevoli come leoni ma volate in alto come aquile dal cuore di farfalla.  

Qui si riferisce al racconto AQUILA E FARFALLA 08-09-1999 "Ere e Tempi sono qui e ora"

 

 La possente aquila vola in alto, sempre più alto e la leggiadra farfalla vola nel mezzo, fra Cielo e terra.

La possente aquila plana sulla preda, la uccide squartandola e se ne nutre.

La sfavillante farfalla si posa sulle corolle più colorate e ne riconosce il nettare poi delicatamente se ne nutre.

La farfalla non teme l'aquila, non ha bisogno di fuggire al suo planare, non ha bisogno di nascondersi alla sua vista nè di difendere il suo volare.
Ma, la farfalla, non può volare sulle cime più alte allo stesso modo come, l'aquila, non può posarsi sul più delicato fiore.

E allora, sono forse esse divise da due mondi diversi?

O sono forse accomunate da un identico mezzo di espressione: il volo?

Ecco che allora, la possenza dell'aquila, non è idonea a posarsi sulla corolla del regno divino allo stesso modo di come, la leggerezza della farfalla, non ha possenza per arrivarne alle soglie.

Ma, quando Aquila accetterà di trasportare Farfalla là dove lei non
può arrivare con le sue forze, allora Farfalla porterà Aquila la dove lei non può arrivare con la sua pesantezza e il regno sarà accessibile ad entrambe fuse in un unico insieme.

 

Questa metafora sta ad indicare che la divinità è raggiungibile unendo le potenzialità di corpo e anima in un unico spirito.

 

 

Aquile già lo siamo perché il nostro potere di autodeterminazione ci ha fatti trovare oggi in questo luogo, farfalla ci vengono forniti i requisiti per diventarlo, poi si tratterà di assemblare o meglio unificare anima e spirito in un’unica Entità allo stesso modo  di come

 

La REINTEGRAZIONE di Shakti (polo negativo mobile) in Shiva (polo positivo immobile) è il riassorbimento di determinazione e autoreferenza nel Principio e quindi la DEPOLARIZZAZIONE della pura coscienzialità  in un’unica Luminosa  Coscienza Cosmico-Universale.

 

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!