Channelling 18 luglio 1997

ASTROLOGIA DEL KARMA

ABBA- Abbiamo deciso di cominciare gli insegnamenti che il tuo cuore adesso può apprendere.

DORI- Abbiamo?

ABBA- Si, io e gli altri Deutoni che hanno il mio stesso compito di istruirti e sostenerti.

Abbiamo considerato che il tempo è giusto per nuovi apprendimenti sulla legge del ruotare con la nascita attuale.

Ora cerca di stendere quanto sta per ricevere. Credi di poterlo fare per il tuo bene e per il bene di tutti?

DORI- Si.

ABBA- Prima, però, preparati ad una prova che ti scombinerà i convincimenti direttamente provenienti dall’orgoglio.

Ho urgenza  di chiamare un ciclo di risoluzioni di storie con questi stupidi elementi, poi gli eterni conflitti svaniranno e il ristoro finalmente attuerà direttamente la loro sostituzione.

Ci deluttiamo (ci stiamo togliendo un lutto) e il ciclo dei Deutoni potrà manifestarsi.

Confida in Eiaia e il ciclo dei romiri (coloro che vivono immersi solo nella conoscenza delgli ego)  con tutte le conseguenze ti lascerà

E' la risoluzione dei conflitti che presiede il fisico superamento, ricorda che Abba ed Eiaia gli stupidi non possono sentire.

Il cuore di molti rimane chiuso e il Rim  (la vibrazione della parte divina di ognuno) ucciso  il destino di queste persone che rimane inalteratamente fisso per il resto della storia.

Il tuono della divinità che c'è in loro è soffocato dalle fistole degli elementi romiti che non permettono di raggiungere l'onore del suono Eiaia, OM, Rim, Rir.

Ciononostante l`OM continua a mandare le Sue energie a tutti anche quando e a quanti  la vibrazione stona.

 Romiro sono tutti coloro che muoiono al rispetto reciproco per il Tutto.

Miro a farvi capire che non dovete cambiare il modo di essere, perché il romiro e il deo non stonato finiscono, alla fine, per incontrarsi, se il deo non stonato Eiaia continua a cantare.

Il romiro non sente il canto ma subito finge di suonare il suo canto e sa finalmente di non essere sulla strada giusta perché il dio non stonato è illuminato dal sorriso e il romiro è invece stroncato dalla fatica.

Non permettete che il romiro virtualmente scarichi addosso a voi gli effetti romi.

Il rombo del OM e del Rim e del Rir canta e Eiaia risponderà lungamente.

 

TEMPI E ORE  CON LA RUOTA DELL'ESISTENZA

Quando i tempi sono pronti, il gong dell'esistenza vibra il suono della vita personale.

Ognuno arriva in questa vostra terra, come in ogni altro luogo, quando l'ora della sua potenziale evoluzione è giunta.

Io, Abba, sono allineato alla vostra comprensione attraverso un ponte, forse strano, ma accettato con devozione da chi ha voluto cogliere gli insegnamenti preziosi del quotare l'Astrologia come mezzo di comprensione del suo qui e ora.

Sono tornato contento di proseguire il cammino assieme a questi miei compagni di viaggio e felice di poter essere la loro guida. Sono tornato per accompagnarvi anche attraverso il vasto e delicato studio della Mappa del Cielo.

Quando incominciate a capire che ogni causa ha un suo effetto imparerete a muovere le cause conformi all'effetto che vorrete ottenere.

Provate a chiedervi: Può un pensiero essere consapevole della sua energia?

Io vi rispondo di si e vi dico che il pensiero, consapevole o no è sempre energia che muove una causa e produce un effetto, propone contrasti e porta evoluzione o involuzione.

 

IL RODEO DELLA VITA

Immaginate un rodeo.

Il recinto del rodeo in cui si trovano cavallo da domare e domatore, si può paragonare al cerchio della vita della quale, nel Tema Natale, sono inscritte le premesse del punto di entrata, le difficoltà da affrontare, le prove da superare, lo scopo per il quale lavorare e le promesse dell'obbiettivo che potrà essere raggiunto.

Come nel recinto del rodeo, il cavallo selvaggio, potrà essere domato per servire, poi, da necessaria cavalcatura nell'avventurarsi alla scoperta di nuovi confini, così nelle esperienze della vita potranno essere domate le energie selvagge degli istinti incontrollati (abitudini karmiche del  ribelle-ego) per servire, poi, da necessaria energia (cavallo di battaglia) nell'avventurarsi alla ricerca della strategia dello sviluppo del Sè.

La lettura del Tema Natale illustra le caratteristiche del "cavallo selvaggio" nel recinto di un rodeo nel quale voi siete entrambi i protagonisti: colui che può domare e colui che sarà necessario e utile si lasci domare.

Come il cavallo imbizzarrisce, nell'oscura paura di ciò che non conosce e diventa la vittima inconsapevole dei voleri di un rodeador, al quale cerca di resistere inutilmente fino a sfinire le sue forze, così, il vostro ego, recalcitra e diventa la vittima inconsapevole del destino causa la sciagurata paura di perdere le sue dannose abitudini.

Cavallo e ominide pongono un'insensata dolorosa resistenza, ma il morso di ciò che deve essere, nelle esperienze che dovrà affrontare, gli stringerà tanto da fargli sempre più male, fino a quando non si deciderà ad accettare, consapevolmente, di farsi benevolmente mettere le briglie dall'unione col redentore che c'è in lui onorando la vittoria.

 Il Tema Natale è l'invito a prendere coscienza delle motivazioni del rodeo della nostra vita per rendervi il rodeador indiscusso destinato a vincere.

Nel contesto degli avvenimenti è inscritta la strada di entrate urgenti alla sperimentazione di abitudini che non comprendete abbastanza.

Queste abitudini vengono portate alla coscienza attraverso persone e circostanze perché muoiano certe illusioni e nascano sentimenti effettivi di valenza divina.

In quest'ottica, il Tema Natale può aiutare a cambiare le innumerevoli tendenze incontrollate e, rendendovi il rodeadore consapevole di se stesso, non potete più essere vittime di circostanze esterne, ecco che il cavallo imbizzarrito della vostra vita, non potrà calpestarvi più.

Voi  credete e pensate al futuro come ad una serie di avvenimenti che si verificano all'esterno di noi.

Comprendete, invece, che tutto avviene, in primo luogo,  all'interno di voi, nel vostro recinto da rodeo.

Per questo è utile sapere che, tutto quanto accade è legato a quanto già accaduto, giorno per giorno, momento dopo momento, collegato dai fili sottili della sequenza causa-effetto.

Ogni giorno è il risultato del giorno precedente così  come l'oggi è il seme che darà l'albero domani.

Ogni pensiero è la conseguenza del pensiero precedente, ogni istante da luogo ad un altro istante che sarà il riflesso dell'istante che l'ha preceduto.

Fino a quando l'ominide non saprà come sono le energie che lo muovono, non potrà cimentarsi nel suo centro a stimare l'UNO e crearsi un punto di riferimento tramite cui stabilire COME e QUANDO potersi misurare con corrispondenti successi.

Il vostro Tema vi parla dell'io temporale che, pur confondendo la comprensione del s‚ profondo, non toglie la possibilità di elevarlo all'unico Sé.

ASPETTI

Ogni -purtroppo- è segnato negli aspetti di quadratura.

Ogni -posso- è segnato negli aspetti di trigono.

Ogni -si e ogni no- sono segnati negli aspetti di opposizione.

Ogni -forse è meglio- è segnato nei sestili.

Ogni -vorrei ma non posso (dubbi per lo inconsci) - è segnato nei quinconce.

Ogni -proviamo- è segnato nei semisestili.

Ogni -pronto e reso- (alleanza delle energie) è segnato nelle congiunzioni.

Ogni -conoscenza e non conoscenza- sono segnate nel Nodo di  Entrata (Sud)  e nel Nodo di Uscita (nord)

Ogni -insieme- della Ruota dell'Esistere è collegato dai fili sottili di causa-effetto.

Nulla è irrisolutamente statico, tutto è corrispondente al peso che avete deciso di comprendere.

 

Nei segni intercettati potete capire cosa è urgente integrare con l'attuale.

Nelle case che intercettano quei segni c'è la sperimentazione da attuare.

Ogni aspetto "difficile" non è che la provocazione necessaria allo sviluppo degli aspetti "facili".

Ogni pianeta retrogrado è l'invito ad approfondire nel sè profondo il suo significato.

I due luminari sono l'espressione maschile e femminile di un unico insieme, che non può essere mai retrogrado in quanto parla del qui e ora.

Ponetevi in questa ottica e ogni cosa sarà possibile.

Uno degli scopi del mio ritorno è di aiutarvi a prendere contatto con il concetto di Astrologia come mezzo per auto-apprendere a domare il cavallo selvaggio delle abitudini dannose.

Perciò ogni Ruota personale si presenterà come motivo di grande riflessione e la  guarderete con rispettosa attenzione.

Useremo l'Astrologia come comprensione dello scopo con umile raccoglimento e profondo convincimento che nessuna condanna è resa necessaria ma, più semplicemente, un'occasione utile alla  crescita.

L'astrologia che vi porgo è lo studio sottile delle cause cementate nelle illusioni della manifestazione in relazione alle leggi di causa-effetto.

PIANETI

Voi cogliete l'effetto, io pongo la possibilità della comprensione della causa e ogni cosa troverà il suo giusto ruotare.

Ora cogliamo con semplicità il significato della comprensione recondita che ruota nei sottili corpi di cui i pianeti rappresentano la vibrazione.

 

La divinità che arde in tutti noi è rappresentata dal Sole.

Spirito mai nato, mai morto è la coscienza del -essere- incarnatasi nella struttura del fisico corpo.

Nel modo fenomenico di interpretare la Ruota rappresenta la vita, il cuore, la parte vitale maschile di ognuno.

Karmicamente è lo spirito perfetto ad un certo punto del suo percorso evolutivo.

 

L'anima (Luna) è la rondine, lo spirito il rondine.

L'anima conosce come porsi all'apertura nel cielo del suo Sole.

Sa di essere come dovrebbe: sensibile, disponibile e ricettiva ma è confusa dalla materia che la fa perdere in disorientanti emozioni.

Cogliere i significati della Luna significa cogliere le proprietà dell'anima.

Nel fenomenico si rende ricettiva alla penetrazione dell'energia maschile e crea la nuova vita.

Madre e figlia della deformazione dei sensi è l'unica che può offrire e rendere sacro il suo gioire e il suo soffrire il travaglio del rendersi disponibile alla trasmutazione di passato e futuro in un immediato presente.

 

Mercurio è il concetto di ciò che si coglie da fuori e l'espressione di ciò che si coglie da dentro.

E' figlio e compagno di un viaggio intrapreso nella notte dei tempi del quale ha perso il ricordo per seguirne lo stimolo.

E' il significato del quoziente intellettivo e racchiude la conoscenza da cercare, ma, muovendosi in continuazione non può assicurarla alla memoria. Le domande da risolvere sono tante, Mercurio ha paura di risposte e allora fugge dalle loro responsabilità ma ne cataloga il ruotare.

 

Venere è ambivalenza di soddisfacimento sensoriale nel lusso morale o materiale.

E' apertura ai bisogni dell'anima o chiusura ai bisogni del piccolo me.

Amore per i propri comodi o pace nel territorio che possiede. Come è amore per le forme e il gusto di assaporarle sempre meglio, è anche amore allo stato puro della donazione del me al sè dell'oblazione e comprensione dei bisogni, dell'altra faccia dell'io, che si incontra all'unisono nel noi. 

 

Marte, acceso sostenitore della forza e motore di ogni azione, è quanto serve alla spinta di propulsione.

La capacità di rendere costruttivo o distruttivo il suo movimento dipende dalla coscienza che comprende la provenienza dell'ego e lo domina. Marte è la belva che sbrana o la forza del benevolo eroe.

E' il selvaggio cavallo o il prezioso destriero che accetterà la briglia, non già come un giogo, ma come un necessario richiamo alla disciplina.

 

Giove è già così sociale che può solo godere delle gioie della vita.

Ma l'esistenza è molto di più del suo godereccio trascorrere.

Giove è il giudizio degli esseri così come in terra anche oltre i confini del conosciuto materiale.

Giove Dio degli Dei: coscienza delle coscienze.

Giove è l'espansione della coscienza terrena nella coscienza della Divina Legge.

 

Saturno! Che problema di tempo con Saturno che divora i suoi figli.

La materia è immateria manifesta in consistenza limitante.

La realtà è ciò che sembra in relazione al passato che cristallizza il futuro nel presente.

Ecco che padre-Saturno-peso-del-passato divora i figli che lo minacciano nella sua statica visione di un futuro previsto come il presente ricalca il passato.

La continuità, valutata con logica, omette le metamorfosi necessarie all'evoluzione.

Ma il ponte costruito nel presente la ruota che lo solcherà domani e, Saturno, conosce l'insegnamento utile a questa comprensione.

E' così che impara a costruire quanto servirà ai posteri, quando, la saggia visione del suo tempo lo renderà capace di ritirarsi, nel silenzio e nella completezza della sua conoscenza.

 

Di Urano si può solo dire che il cosmo è libertà.

La libertà è decisione consapevole della scelta.

La scelta è prontezza di cogliere, oggi, ciò che il libero arbitrio mostra di presenziare.

Il libero arbitrio è la dimora dello spirito che non conosce confini.

Gli sconfinati orizzonti del principio Cristico di amore cosmico sono la patria di ogni spirito.

 

Nettuno: Materia e immateria sono di un'unica sostanza.

 La conoscenza del reale è relativa e ingannevole. L'inganno cela la realtà ma ne contiene il principio.

Qual'è il sogno  frutto di fantasia? Qual'è il mistico richiamo? Reale, irreale, dov'è la verità?

La farfalla è forse più reale della crisalide che l'ha contenuta? O il bruco è meno reale dell'uovo che l'ha concepito?

Ogni cosa è reale e tutto è irreale. La genesi e l'akasha sono la stessa cosa.

Allo stesso modo come la memoria cosmica contiene ogni informazione così il DNA contiene ogni istruzione.

Chi non risponde alla propria coscienza è perché ne ha paura e la sfugge dissolvendosi nei rifugi dell'incoscienza.

Chi risponde alla coscienza divina accede alla capacità della metamorfosi da uovo in farfalla e spiega le ali al volo della dissoluzione della materia formale per l'ammissione alla genesi divina.

Dissociazione dalla materia è lo stimolo della vibrazione di Nettuno.

Fuga nella nebbia dell'ignoto o viaggio nel mistico divino è il resoconto del suo operato.

 

Plutone è tutto ciò che è.

Sacro o profano, forza disintegrante o creatrice, Istinto animale o potere consapevole, sesso o corrosione, empatia o avversione, diamante o escremento, prodotto o fenomeno.

Tutto questo ed altro ancora sono energie tipiche profuse da Plutone.

Plutone creatore o distruttore è primo a sè stesso.

Plutone è potere assoluto. E' Karma e azione karmica. E' il fulmine che abbatte o illumina.

 

TRASMIGRARE ASTRALE.

L'entità che vi anima, prima di assumere il vostro corpo, ha viaggiato e sostato in altri piani fisici e non fisici, diversi da quello che voi conoscete ora.

Quando anche l'attuale vostro corpo verrà lasciato, l'entità, arricchita dalla conclusa esperienza fisica della vostra ultima vita, accederà al piano corrispondente alla somma delle vostre esperienze totali per perfezionare la comprensione del suo stato.

Il continuo mentale, che la imprigiona nella sostanza imperfetta, la porterà nei luoghi dei suoi convincimenti mentali.

Ha la coscienza delle vibrazioni dei suoi pensieri perciò se crederete nel sonno eterno è in quel luogo-dormitorio che stazionerete fino a quando verrete chiamati a nuova vita.

Se crederete nell'inferno vi troverete subito nelle fiamme fino a quando una nuova esperienza fisica non vi immergerà nelle esperienze infernali prodotte dal vostro codice purificatore.

Se crederete nella compassione divina, qualunque Dio onori il vostro cuore, QUEL DIO vi offrirà la Sua compassione e voi lo conoscerete, continuando a crescere nella comprensione del cammino che vi condurrà fuori dalla necessità di ritornare ad assumere la forma fisica, dopo essere passati da forme continuative del vostro procedere verso La Luce dell'Unica Verità

I mondi paralleli al vostro sono, perciò,  molti e molto popolati.

Ogni parte di questa conoscenza è racchiusa nel quotidiano affanno di ognuno di voi.

Anche se non ricordate consapevolmente la vostra provenienza, ogni vostro atteggiamento parla del soggiorno ultimo del vostro continuo animico in quel dato luogo.

Tutto è contenuto nel Tema Natale.

Quando prendete un nuovo corpo fisico, in questo territorio fenomenico, cominciate a dimenticare lo scopo per il quale siete tornati ma contemporaneamente continuate a proiettarlo e attirate le esperienze necessarie alla sua comprensione.

 

DISCESA NEL PROGRAMMA

Premetto che prima di entrare nella forma del corpo vi avvicinate alla forma dell'embrione e vigilate costantemente quello che diventerà il veicolo della nuova esperienza.

Con l'ovulo che viene fecondato cogliete l'occasione di convogliare nel fenomenico le coordinate del vostro programma e la possibilità della sua sperimentazione in allineamento con il programma di coloro che vi attirano al loro attuale.

A seconda del piano su cui state, il mondo fenomenico attira la storia nuova.

Infatti, se voi conosceste la data terrena esatta del vostro concepimento fisico, potreste stendere una Mappa del Cielo con le identiche caratteristiche di quella dell'esatto momento della vostra uscita dall'utero materno.

Per cui, è inutile che vi lamentiate del caso corrispondente al vostro codificare fortuna o sfortuna.

Le prove che attirate al vostro mondo non sono altro che ciò di cui avete compreso la necessità negli stadi di permanenza sui piani di altre esperienze prima di prendere definitivamente il corpo fisico attuale.

 

MANIFESTAZIONE DEL PROGRAMMA
Dato che il Sole è la manifestazione dello spirito inserito in una storia continuativa del suo percorso, considerando la sua posizione nel segno, si può giungere a comprendere la retorica  del programma prioritario dalla sua provenienza, il contatto che dovrà stabilire e l'evoluzione che potrà concedersi di ottenere.

Ogni esistenza trova la sua dimensione di evoluzione in conformità con il suo programma totale.

La prima parte della vita è, normalmente, impiegata alla sperimentazione della forma più densa dei ritmi di approccio.

E' pertanto per lo pi foriera di problemi o rendite ereditate inconsciamente e, in un certo senso, si possono paragonare alle malattie infantili le quali, come ben sapete, non sono delle punizioni ma, più semplicemente, opportunità di creare le necessarie difese di un corpo adulto sano.

Così, voi, incontrate i convincimenti del continuo mentale che incarnate.

Separati dallo spirito, a causa della materia che vi rende ciechi, sordi, muti e pesanti, vi condannate ai castighi che voi stessi avete codificato come giusta purificazione fino a quando il cuore non si apre all'amore per Dio e la mente non accetta la consapevolezza di essere uno col Tutto perfettamente al posto giusto per raggiungere la perfezione in Lui.

Il Sole nei segni, perciò, è la retorica del ruolo che si codifica  attraverso la dinamica di quel segno.

 

64x64 (Ariete) ARIETE Arriva con forza nella vita e ne reclama il diritto.

Il programma di comprendere il rischio di vivere può fargli perdere il concetto della vita in sè stessa.

Rende pan per focaccia, occhio per occhio e dente per dente ma non comprendere il porgere l'altra guancia a causa dell'ignoranza del Sé che lo imprigiona nell'ego.

Ariete non è cattivo ma istintivamente impulsivo.

Ogni cosa che lo tocca diventa una lotta personale e non si accorge della totalità.

Quando Ariete comprenderà che la vita è anche rendere amore per provocazione sarà allineato con il suo programma evolutivo: superare l'ignoranza dell'altro quale complemento del suo esistere.

Per fare questo, Ariete, dovrà imparare a superare l'importanza dell'io.

 

64x64 (Toro) TORO: arriva e si cura del suo spazio come una ventosa si attacca al suo piano.

Conosce solo i confini del suo mondo e a nulla vale cercare di fargli cogliere le sfumature perché la sostanza cupa che lo perseguita dalla sua provenienza gli impedisce di andare oltre i suoi contorni ossessionati dal possesso individuale.

Eremo in una fortezza, conta su ciò che conosce e si lascia sfuggire la conoscenza prima della materia che resta confinata nel piccolo ego.

Toro dovrà imparare a considerare che oltre le mura c'è ancora mondo.

Dovrà perciò imparare a non temere il randagio viandante né la spesa che gli costerà il conoscerne i concetti.

 

64x64 (Toro) GEMELLI: Allegro, vivace ma polivalentemente inserito nella variabilità del vento senza, però conoscerne l'energia trasformatrice, perde la capacità di modellare egli stesso la forma perché non trova la costanza di applicarsi seriamente a ciò che potrebbe costituire l'assunzione del responsabile risultato.

Pone le energie nella ricerca curiosa ma è pronto a scappare davanti alla difficoltà dell'approfondimento.

Egli è nuvola nell'aria che vaga nell'etere senza fissa dimora.

Crede in una libertà che lo confina, in realtà, nella vacuità dei suoi perché senza risposta.

Perché l'infelice sensazione di perdere se stesso non lo conduca alla perdita del Sè, Gemelli può fare uso di un'intelligenza perspicace e abbinarla al conoscere del vento che narra la storia dei tempi e la usa per modellare le montagne.

 

64x64 (Cancro) CANCRO: chiuso nel suo guscio di protezione-condanna, è poco incline ad accorgersi che esiste qualcosa di diverso dei moti delle maree del suo oceano personale.

Egli è spaventato dal mondo esterno ma la continua richiesta di attenzioni lo obbliga a conoscere ciò che più lo spaventa: le altre forme della realtà

A causa della sua natura coinvolta nella fluidità ma con radici nell' inconscio bisogno di trovare un bacino capace di contenerlo, sposta disordinatamente il suo elemento costretto ad adattarsi a ciò che riesce a solcare nel suo percorso e a trasportare nella sua corsa.

Ecco che giace in apparente tranquillità solo quando è contenuto in qualcosa capace di conformarne la quantità; allora può crescere in altezza senza perdere  la sua capacità di trasformazione.

Ecco che il conoscere il suo posto, il suo scopo, la sua forma permette all'elemento Acqua la trasmutazione in sostanza energetica di sacrificio e amore incondizionato.

Ma se permette al vento di incresparlo in onde o al fuoco di portarlo in ebollizione, il conosciuto timore di perdere l'identità lo farà evadere in vapore o tracimare dalla soglia di guardia.

Solo se si affiderà alla proprietà cinetica dell'incontro con gli altri elementi, Cancro, troverà la sua completezza.

Il coraggio di donarsi alla vita lo metterà in sintonia con il suo scopo: amore e donazione di se.

 

64x64 (Leone) LEONE: dove c'è sole, lì c'è vita.

Sole in Leone è la vita in se stessa che manifesta la sua esistenza.

Appare chiaro che il dare importanza al contorno sociale attraverso la propria immagine è una tendenza innata per qualunque nato sotto questo sole.

Egli dà tutto ciò che ha per l'immagine sociale che ritiene più alta nel suo contesto.

Non sa che la vita è anche interiorizzare sentimenti e sensazioni.

Pensa e si muove in grande, pretende ed esige in grande ed ogni cosa gli appartiene eccetto sè stesso.

Fino a quando non coglierà il suo esistere nel suo ESSERE, Leone sarà orgogliosamente proiettato verso un'immagine esterna che lo gratifichi e non si concederà al più grande diritto di ogni esistenza che è semplicemente ESISTERE e per esteso: essere unità con la vita divina.

Codificandosi con la sua pomposa immagine sociale, come potrà trovare la sua vera immagine?

Leone dovrà imparare a mettere in discussione ciò in cui crede ciecamente e concedersi, piuttosto, al fluire in armonia con ciò che E'.

 

64x64 (Vergine) VERGINE: piccola, pudica, posizionata nell'ordine, perde il suo libero arbitrio e non accetta dirette responsabilità

Poco importa ciò che potrebbe, le regole garantiscono assiomi confortabili e rendono tutto uniformemente convivibile.

Ecco che Vergine si adegua al rigore della continuità ripetitiva si centra nella  qualità dei suoi esercizi conoscitivi e della tecnica selettiva come se tutto ciò che deve essere fosse in serie con ciò che E' senza accorgersi, invece, che è una delle tante forme della Sua manifestazione.

Così serve continuamente un'idea ma si lascia sfuggire l'Idea in Se Stessa.

Il servizio è

la sua missione, l'idea il suo compito, scegliere il suo castigo, scegliere di servire consapevolmente l'Idea il suo indirizzo evolutivo.

Per questo compito, Vergine, ha a disposizione una delle più potenti doti: l'Umiltà.

 

64x64 (Bilancia) BILANCIA: faccio ciò che è giusto, ma sarà giusto?

Come perfetta può essere la giustizia della legge umana se il dubbio della dualità impera? Ogni medaglia ha il suo rovescio, ogni rovescio un diritto che può essere il suo rovescio: dove sta la verità?

Bilancia pende ora da una parte ora dall'altra e non si accorge che la via giusta è l'equanimità che alberga nel silenzio e nella pace dell'unità  L'unità in se stessa è l'unica verità.

L'unità è l'unica legge. La via di mezzo l'unico percorso.

Fino a quando si affiderà alla legge umana della dualità non renderà onore alla legge divina dell'unità.

Il compito di aprirsi agli altri è il suo destino, la confusione di scelta la sua condanna, il punto di incontro della duale faccia di una complementare unità il suo sentiero.

Poi tutto è pace e solo armonia fra forme, suoni e colori.

 

64x64 (Scorpione) SCORPIONE: cogli lo scopo di purificazione, o Scorpione condizionato dall'ego.

Cogli la potenza dell'energia che giace nel profondo di te.

Cogli le proprietà trasformatrici.

Rigenera la tua ambizione e rendila cosciente ricerca del Dio che c'è in te e ogni vendetta perder… significato, ogni orgoglio diventerà conoscenza, ogni rancorosa crudeltà diventerà capacità di guarire te stesso e gli altri nella profonda consapevolezza della centralità di ogni apparente ristagno.

Tu sei il carbone che diventa diamante, non permettere all'ego di distruggere la tua miniera per farne uno scarico di purulente immondizie.

Ciò che Ruota ha in serbo per te è molto più luminoso della superficie che incrosta il suo nucleo.

Il diamante nasce nel profondo della terra permettiti di portarlo in superficie.

 

64x64 (Capricorno)SAGITTARIO: Gioca, corre, si avventura e gioisce di ogni conquista.

Non conosce confini che possano limitarlo perché egli è parte integrante della legge della natura che si estende al di sopra dei limiti della materia in luminosa certezza.

Sorridi, Sagittario, tu puoi volare molto in alto se solo ti accorgi che Egli è in te come in ogni cosa che incontri nel tuo valicare frontiere.

Poni la coscienza superiore di Giove nel quotidiano impegno e nulla limiterà mai il tuo spazio ma stai attento perché ogni cosa che esiste sul vostro territorio fenomenico può contenere una controparte, educati a coglierne i contenuti.

La sprovvedutezza è la tua condanna, l'ingenuità la tua malattia.

Le brucianti ferite che puoi procurare al tuo domani di oggi sono il mezzo per cogliere il medicamentoso balsamo della sdrammatizzazione, prezioso compagno di viaggio di avventure lontane ma accessibili.

Cavalca il genuino spettro missionario in armonia con le leggi superiori del Padre tuo e mio e suo e di tutti e di tutte le creature dell'ampio creato che si estende sconfinato sopra, sotto, intorno e dentro di te.

Questa è la tua missione: sdrammatizzare la forma e portare il sorriso che abbatte tutte le frontiere.

 

64x64 (Sagittario)CAPRICORNO è attaccato alla sostanza delle sue ambizioni terrene.

Accanitamente cristallizzato nel suo potere, in previsione, forse, di un recupero di quanto gli manca in capacità di esternare i suoi sentimenti.

Occupa posti di preminenza in società o in famiglia ma è all'ultimo posto nel cuore di se stesso causa la sua continua fredda sopraffazione degli altri.

Capricorno dovrà imparare che le strade che portano alla realizzazione non hanno bisogno di sopprimere nessuno.

Dovrà sperimentare la conoscenza della fatica e assumere la responsabilità di quanto costruisce.

Dovrà imparare a concedere pari opportunità anche agli altri comprendendo che le realtà non sono solo convinzioni oggettivabili in forma ma più realisticamente vere e proprie necessità personali.

Ognuno ha una propria espressione e l'espressione materiale è solo una piccola parte di una più ampia realtà.

Quando Capricorno concederà margini di tolleranza più ampi avrà iniziato a sintonizzarsi sul suo programma evolutivo: costruire il perno della società del piccolo cosmo umano che protrae la sua estensione nel macro cosmo di cui egli ne costituisce il collegamento e il confine.

Qui sta la comprensione della piccola croce umana come base e congiunzione dell'uomo terreno che sale verso la consapevolezza del divino.

 

64x64 (Acquario)AQUARIO: come è chiaro sapere che il rigore dell'inverno è solo una situazione di transito verso il calore dell'estate è altrettanto chiaro che l'estate è una stagione di transito verso l'inverno.

Il divenire, è questo il concetto.

Espansione e contrazione sono le due diverse fasi di un unico respiro, Aquario lo sa bene e con questo si conforma alla tecnica di evoluzione del ritmo dell'universo.

Coglie l'occasione di transito da una dimensione all'altra con spirito di guardare al futuro, memore del passato, agganciato al presente.

Questa è libertà di esistere nello spazio e nel tempo.

Questa è opportunità di cogliere l'occasione del qui e ora.

Ponte fra passato e presente, è ora che agisce, sapendo e sentendo che è tutto in divenire.

La condanna che lo perseguita è comune al suo tempo: il rigore della fissità invernale contrapposta, antagonista e complementare della fissità del caldo sole d'estate.

La riuscita sta nella libera scelta di stare nel mezzo come fra inspirazione ed espirazione sta in punto di conversione di entrambe le premesse.

 

64x64 (Pesci)PESCI: Siamo alla fine della ruota di ciò che precede il nuovo inizio.

Il passato deve essere sacrificato sulla croce del nuovo.

Morte dell'ordine costituito, resurrezione dell'ordine divino.

Dove sta il confine fra sacrificio dell'ego e tradimento del Sè?

Pesci è confuso e spaventato dal caos dell'immaterialità sulla materia.

Vorrebbe riordinare le idee ma queste gli sfuggono nel turbinio dei suoi vortici emotivi.

Scappa, si ribella e piange; sogna mondi ai confini della realtà e si perde nell'irreale: evanescente rifugio della sua fantasia.

Ciò che Pesci tenta di scoprire, e non lo sa, è che l'ingarbugliato concetto dell'io confinato nella materia non è che l'ignoto richiamo al magico ponte che conduce al divino senso del Sè: mistico traguardo del reale sopra le apparenze dell'irreale.

La materia è la sua condanna, l'immateria la sua confusione, il divino il suo scopo.

Pesci può sacrificarsi per l'eternità e perdersi in questo umiliante conflitto ma solo quando accoglierà il divino comprenderà la magia dell'Esistere.

Allora comincerà a ritirare il suo spirito errabondo dalle intemperie delle emozioni inutili e lo offrirà in oblazione dell'apertura emozionale al voi dichiaratamente congiunto al noi nell'Oceano dell'Esistenza Infinita.

 

COSCIENZA

Il segno in cui è inserito il Sole è la premessa dello spirito di una data coscienza che si manifesta nel mondo.

La vibrazione del pensiero che lo circonda, provenendo da un dato piano, è in allineamento con la somma delle precedenti esperienze di trasmigrazione da uno stadio all'altro e produce l'esperienza fenomenica attuale.

Pertanto, l'elemento in cui lo spirito si immerge, dimostra come la ruota delle evoluzioni personali è in ottemperanza con il suo compito.

 

COMPITO DEGLI ELEMENTI

TERRA ha il compito sperimentare l'esistenza che passa dalla fisicità ma si eleva al di sopra l'attaccamento ai sensi fisici del corpo materiale.

ACQUA  ha il compito di sperimentare la pace che passa dalle tempeste delle passioni ma si eleva, nell'amore incondizionato, al di sopra del corpo emotivo( corpo astrale).

ARIA ha il compito di sperimentare l'uguaglianza cosmica universale che passa dal conoscere e il sapere, supera l'avidità dell'idea del corpo mentale (corpo causale) e si congiunge all'Espressione dell'Unica Idea.

FUOCO ha il compito di sperimentare il corpo eterico che agisce da trasformatore delle energie distruttive in costruttive.

L'amore sarà l'unica risposta a tutti i suoi mali, l'ira il deterrente, l'ego la causa.

 

ESPERIENZE OPPOSTE E COMPLEMENTARI

TERRA E ACQUA incarnano le dimensioni di resistenza alla comprensione e all'integrazione della forma alla non forma portano la necessità di sperimentare un'esistenza a contatto con la forma fenomenica del fisico e alle emozioni a lui legate.

E' un insegnamento di comprensione di queste opposte e complementari energie per integrarle alla totalità dell'inter-azione della non forma sulla forma.

 

ARIA E FUOCO Le dimensioni più sottili dell'esperienza nel fenomenico sono condizioni affini a questi due elementi.

Non forma n‚ corpo legano vitalità e pensiero ma vitalità e pensiero animano il corpo.

Complementari o avversari collaborano ad una causa comune o si ostacolano a vicenda.

Il fuoco ha bisogno di aria per bruciare e l'aria ha bisogno del calore per essere respirata.

Ma il fuoco divampa con troppa aria allo stesso modo come troppo calore rende l'aria irrespirabile.

Ecco che fuoco e aria devono imparare l'umiltà della moderazione.

L'ego deve ricondursi allo spirito come il soffio all'OM.

 

PROVENIENZA

Terra e acqua provengono dai densi mondi della percezione della forma che dovrà essere compresa, questa volta, nella sostanza e proiettata nella coscienza futura come veicolo trasportatore alla non forma. La creazione, tutta, coglierà l'unica forma del suo Creatore e ogni forma lo conterrà ma nessuna forma Lo definirà nei limiti dei suoi confini.

Ogni goccia sarà Oceano ma nessuna goccia Lo conterrà

Acqua chiamerà il fuoco del fulmine, terra romberà il suo tuono ed ogni cosa sarà in armonia con ciòche E'.

Aria e Fuoco provengono dall'idea del fuoco originario.

Al principio c'era il caos, poi Dio separò la terra dalle acque e poi creo l'aria del cielo per farci splendere il fuoco di Gayatri.

Lo spirito libero disceso nella materia, perdendo contatto con le origini, perse anche l'Idea così cominciò a credere di essere lui l'idea: l'ego cominciò a gonfiarsi nella prepotenza dell'IO-ME-MIO. Ecco che Aria e Fuoco provengono dai provocanti mondi della presunzione ma sono diretti proprio nel luogo che hanno distrutto. Quando si riconosceranno come creatura nel creato ogni cosa gli verrà data dal Creatore perché tutto è Suo, tutto Ci concede, tutto a Lui torna.

Il finale ultimo comune a tutti: riconoscete l'elemento finora indisciplinato, solo allora potrete abbandonare le vostre resistenze, trascendere il vostro ego e librarvi nell'etere della libertà.

 

QUINCONCE FONTE DI PROVENIENZA

La fonte della provenienza dai vari piani è individuabile attraverso l'accurato esame dei quinconce.

Ogni pianeta in quinconce, infatti, è una combustione caotica di energie, un rudimentale senso di obnubilamento di una data forma pensiero.

Il quinconce viene percepito come un blocco allo scorrere di quel tipo di energia e può produrre ossessioni fino a sfociare in nevrosi anche gravi.

Il pianeta in quinconce dirà quale esperienza personale viene coinvolta.

L'elemento in quinconce dirà quale dimensione verrà conosciuta con ansia o paura o rifiuto.

Il segno dirà quale modalità sarà seguita.

Il settore dell'esperienza sarà indicato dalla casa.

Ogni contrario sarà il dissolvente del problema o il dissociante dell'esperienza.

Individuato il punto-problema coinvolto nel quinconce si considererà tanto la polarità del caso quanto segni, pianeti e case.

Con il Sole in quinconce è la coscienza del "Essere" che non è colta nella sua forma correttamente fluida.

L'elemento in cui si trova il Corpo Celeste dice cosa non combacia con la nostra comprensione.

Il quinconce del Sole in terra proviene dalle dimensioni direttamente materiali transitati dai piani di una coscienza cristallizzata nella materia

Il quinconce del Sole in Acqua proviene dalle dimensioni della coscienza corrosa dalle emozioni.

Il quinconce del Sole in fuoco proviene dalle dimensioni della coscienza bruciata nell'ego della non consapevolezza dell'E'.

Il quinconce del Sole in Aria viene dalle dimensioni della coscienza dell`OM infinito dispersa nel piccolo omo.

 

CADUTA NELL'ATTUALE

Ne consegue, un'attuale esistenza inconsapevolmente timorosa di ricadere nello stesso continuo comportamentale, perciò la mente inconscia  produce un blocco che relega se stessi alle paure più curiose legate a quelle energie in disarmonia o, al contrario ne esaspera i contenuti deformati

Terra e Acqua creano difficili rapporti con l'esternare il desiderio di vivere la propria vitalità che giace corrosa nella sua umiliazione (acqua) o cristallizzata nella sua forma fisica (terra).

La Terra a causa della resistenza fisica fatta all'atto della morte precedente per eccessivo attaccamento alla materia.

L'Acqua a causa della resistenza a causa l'eccessivo attaccamento alle proprie sensazioni emotive.

L'Aria a causa dell'attaccamento ai principi di pensiero della mente fisica.

Il Fuoco a causa dell'attaccamento al proprio ego.

Il Sole in quinconce nell'elemento Acqua fa sperimentare una disarmonia nell'espressione vitalmente emotiva e colma di angosciose ossessioni dove l'io finisce per annegare nei suoi vorrei (Aria) ma non posso (Fuoco)

Il Sole in quinconce nell'elemento Terra fa sperimentare una disarmonia dell'espressione vitalmente attinente alla fisicità.

L'io, soffocato dall'accumulo del tempo finisce per sotterrare il suo spirito divino (Fuoco) senza neanche averlo dato alla luce (Aria)

Il Sole in quinconce nell'elemento Aria fa sperimentare una disarmonia nella vitalità protagonista.

L'io esasperato da un ego potente ma tribale non si cura della sensibilità altrui (Acqua) ne della giusta misura (Terra) delle sue azioni.

Il Sole in quinconce nell'elemento Aria fa sperimentare una disarmonia concettuale.

Il senso del quotare l'operato (terra) dei suoi simili in base ad alla sensazione (Acqua) unilaterale della sua idea lo porta spesso a pontificare se stesso e a denigrare gli altri.

Ovviamente non possono che conseguirne esperienze che bloccano, ingarbugliano o esasperano l'energia vitale fisica-Terra, emotiva-Acqua, dinamica-Fuoco, mentale-Aria

Come è ormai chiaro, ogni difficoltà ha il suo scopo ma non è mai una condanna.

Quando si tratta di una difficoltà proposta da un quinconce la situazione si muove sui binari psicologici ed una persona può, solo con uno sforzo personale, accorgersi di questo nodo e arrivare, quindi a scioglierlo.

Spesso le energie dei segni in quinconce, negli altri segni dello stesso elemento trovano la possibilità di risoluzione.

 

KARMA DEL SOLE N TERRA E ACQUA

Disarmonie del Sole in Terra difficilmente concederanno un corpo sano o risultati concreti in conformità agli sforzi personalmente impiegati per un fine di rendita terrena.

Questi esseri provengono dagli stadi più densi dei mondi paralleli e perciò dovranno duramente lottare con le forme più basse degli istinti fisici.

Il karma dei segni di terra dovrà calarsi nella materialità comprenderne il significato e liberarsi dal suo peso personale per proporlo in maniera impersonale.

Ciò vuol dire imparare a sviluppare l'umile sentimento del riconoscimento della fisicità come manifestazione visibile solo a causa della nostra imperfetta percezione della Totalità.

Non è necessario trascendere la fisicità, qualcuno può farlo purché il conoscere il trascendere fisico non porti a trascurarlo nella sua primaria funzione di mezzo divinamente affidato ad ognuno di noi.

Terra dovrà concedere il giusto rispetto alla fisicità ma guardare continuamente al di sopra di questa.

Con disarmonie al Sole in Acqua i conflitti della coscienza affettiva difficilmente concederanno una vita colma di amore armonioso, gli stadi  densi della loro provenienza li faranno duramente lottare  con le forme più basse degli istinti emotivi.

 

CHACRA DI TERRA E ACQUA

Una delle vie del superamento dei blocchi corrispondenti è l'accettazione della forma per la terra e l'accettazione del dolore per l'acqua.

La terra renderà i tuoni al cielo e l'acqua chiamerà il fulmine nel suo bacino.

Vuol dire che la forma accettata è consapevolmente convertita in energia ascendente e l'emozione accettata viene convertita in energia penetrante la forma.

Così, il quinconce di terra sosterrà una vita di fatiche e privazioni ma, attraverso condizioni di cura del fisico, attraverso la cura del corpo aurico e meditando sul primo chakra (istintivo quello più denso) attiverà consapevolmente l'ascesa dell'energia di Madre Terra.

Il Sole disarmonico in Acqua sosterrà una vita di dolorose condizioni di emarginazione affettiva e darà amore ricevendo ingratitudine, ma se imparerà ad aprire il suo cuore all'amore incondizionato molte delle persone che attirerà al suo mondo assomiglieranno al suo nuovo percorso.

L'energia che ne scaturirà chiamerà il luminoso potere ancestrale delle energie cosmiche di Amore incondizionato dalla forma come si riconoscono nell'Amore Divino della Grande Madre che voi identificate nella Compassione e Devozione della Santa Madre di Cristo-Gesù.

Questa conoscenza racchiusa nel chakra secondo (-emotivo quello più inconscio) farà aprire la coscienza del Loto dai sei petali che raccoglierà la Grande Madre Devi, per gli indù kundalini.

 

KARMA DEL SOLE IN FUOCO E ARIA

Fuoco e Aria del Sole in aspetto di quinconce tolgono vivacità e potenza pensativa.

Il Fuoco causa un'arroganza orgogliosa nel confrontarsi con la morte come ogni persona che riceve una vita in dono e crede che le sia dovuta e non concessa.

L'Aria causa il conoscere presuntuosamente alto che ha voluto sfidare Dio.

Queste persone si ritenevano all'altezza del Supremo Pensiero e hanno creduto di essere loro stessi l'Idea.

Al momento della morte Fuoco e Aria hanno creduto di essere l'Uno e con ciò sono stati divisi dall'Unità.

Questo quinconce porta i postumi della loro arroganza e li condanna ad una vita di incomprensioni e violazioni dei loro diritti.

Ogni Ruota ha il suo significato e questi due elementi hanno bisogno di comprendere l'unione che passa dall'umiltà della condivisione.

 

CHAKRA DI FUOCO E ARIA

Fuoco è il così detto corpo del mentale inferiore che governa tutte le vitali funzioni fisiche dei muscoli involontari.

E' l'energia tipica del pensiero fisico inconsapevole degli altri.

Perciò dovrà imparare ad uscire dal piccolo io e conformarsi al più ampio noi.

Il terzo chakra, aprirà i suoi dieci petali accogliendo la Devi solo quando il piccolo io, riconosciuto, giacerà onorato della sua consapevole essenza divinamente conferita dall'amore del Sè.

Il Sè infonderà, allora, l'ardore della fede e lo spirito ritroverà l'energia da infondere anche al corpo.

Aria è stironato dalle intemperie dei mutamenti ambientali e vaga da una corrente all'altra ora dilagando in un moto contrario alla sua corrente ora in estremismo conservatore di leggi consumate dall'evolvere del divenire.

Perseguitato politico o dissidente giuridico o anarchico in patria o rinnegato dal gruppo di discendenza egli scorre la sua vita in continua polemica.

Pensa e ripensa e pensa ancora e ciò che fa riflette il suo pensiero ma lo spirito di ribellione che giace nelle sue accuse non concede pace n‚ soddisfazione poiché ciò a cui egli si oppone non è consapevole nella sua mente.

Egli contiene una verità sottile al punto tale da non riuscire a riconoscerla.

Ecco che la pazzia è la forma più acuta di questa inconsapevole disarmonia.

Perché ogni cosa ritorni al suo fluire armonioso egli può solo fermare il suo inseguire astratti idealismi e cogliere nell'Unico l'Idea.

L'umiltà è il suo antidoto per ogni problema, concessione di se il suo pieno conoscere.

E come stanziare un investimento nell'E' ecco ritrovare tutte le sue doti migliori.

La libertà tanto contestata è ovunque ci sia consapevolezza dell'Essere unione con l'E'.

Approdando al quarto chakra, loto dai sedici petali aperti in un'unica corolla, coglie accondiscendenza con l'Essere in completa risonanza col Cosmo dell'Universo Infinito dell'Om.

Spirito mai nato, mai cominciato, mai definito, mai confinato e quindi eternamente libero.

La Devi splende nel cuore del suono non colpito dal rumore della caduta nella fisicità e irradia energia allo spirito grato di riconoscersi in Colui che Amore E'.

Ecco cosa un quinconce del Sole negli elementi conferisce a chi si rende consapevole della loro energia.

 

L'ESPRESSIONE DEI PIANETI

Ogni pianeta ha la sua componente ma la sua modalità d'espressione cambia a seconda dell'elemento, del segno e della casa in cui si trova.

Come il Sole-coscienza del essere, anche i pianeti assorbono il significato dei quinconce  del segno che li ospita.

Ovvio che ognuno si esprimerà secondo la  peculiarità che lo contraddistingue.

 

LUNA: La percezione sensibile è il dialogo dell'anima.

Mediatrice fra corpo e spirito, è il sentimento che muove sensazioni, pensieri e reazioni (SIR:sensazione integrazione reazione) che convogliano in un'unico stadio passato, presente futuro.

L'anima è la definizione più sottile dell'esistenza ma non è la forma fisica e nemmeno quella spirituale, più semplicemente è l'intersezione fra i due mondi distinti e paralleli.

L'anima codifica la forma e la rende accessibile alla materia.

Evanescente, fluida eppure reale si assume la responsabilità dell'incarnazione causa la memoria condizionata dalla forma.

I sentimenti dell'anima possono innalzare l'ego limitato al piccolo io o la coscienza illimitata del S‚.

 

MERCURIO: I contatti fra dialogo interno e la sua manifestazione all'esterno sono i tentativi di comunicare le impressioni ricevute e la loro codificazione attraverso il filtro mediatore fra il proprio intelligere e l'espressione dello stesso.

Mercurio si assume la responsabilità di questo compito delicato e complesso attraverso la vibrazione del segno in cui cade.

L'ignoranza che coglie la curiosità di superarla e il risultato dell'incarnazione propizia allo stimolo della conoscenza.

 

VENERE: Il bisogno di pace che spesso viene confuso con il possedere l'affetto degli altri trova la sua specifica espressione attraverso Venere.

Le prove legate a questo pianeta mettono in contatto con la svolta evolutiva di comprendere e sperimentare l'apertura all'amore incondizionato.

L'elemento in cui Venere scende è la compartecipazione utile a questa comprensione.

 

MARTE: Il desiderio di affermazione aggressiva è l'ego per eccellenza.

Si riconosce, nel corpo del desiderio e ostenta la sua manifestazione egotica.

Ma Marte è solo azione e, attraverso il suo corpo del desiderio provoca la rinascita.

Anche qui, come per ogni pianeta, l'ottava inferiore, compromette l'espressione primordiale della sua energia.

Marte è solo energia che si qualificherà per segno e aspetti con gli altri punti del programma.

Marte reso consapevole dalle pieghe coscienti delle altre energie, diventa potente spinta all'ascesa verso Il Manifesto che non ha necessità di manifestarsi perché semplicemente E'.

 

GIOVE: Giove specifica lo spazio ottimale dell'inserimento del mondo fisico.

Il suo scopo è espansione.

Quasi sempre viene frainteso e considerato come spazio fisicamente attribuito alla vista sociale, (economia e benessere fisico) ma la sua energia è ben più sottile della forma manifesta.

Giove è la coscienza del Padre Eterno in relazione alla propria capacità di gioire.

Giove è la coscienza di Dio in ogni cosa, è la vista superiore che si accentua quando la comprensione della discendenza superiore accetta consapevolmente lo spazio del ruolo che le è stato assegnato.

 

SATURNO: Saturno......quanto spaventa questo Grande Maestro.

Spesso è vissuto come il peso delle limitazioni, altre volte è il castigo, altre ancora è la condanna.

Saturno è la somma dei conteggi totali del nostro conteggio.

E' la somma dei nostri mondi interni che proietta l'esperienza nella sua totalità e la cala nella materia affinché la reale comprensione delle sue limitazioni venga riconosciuta.

Limita le superficialità della forma per dare il modo di penetrarne la sostanza e comprenderne il quoziente.

Rende tutto veramente abbordabile in ogni forma e sostanza, per questo che pone dei limiti esterni.

L'insegnamento vero risiede nella sostanza, non nella forma che la racchiude: questo è l'insegnamento implicito in Saturno.

 

URANO: Ogni cosa è impermanente e in continua metamorfosi.

Che lo si voglia o no le svolte avvengono quando i tempi sono pronti ai cambiamenti.

Ogni cosa che viene abbandonata nel presente è ogni cosa utile al futuro.

Ogni cosa presente che viene accettata è la possibilità di conferma del libero arbitrio.

Ogni cosa presente che viene elusa è la rinuncia alla comprensione dell'evolvere di ogni tempo in conformità con i rinnovamenti inevitabili.

Urano è la possibilità di accorgersi delle necessarie rivoluzioni dei tempi.

Il libero arbitrio non vuol dire decidere quando nascere o quando morire nè che esperienze affrontare in questo percorso terreno, quanto piuttosto scegliere come vivere nel presente di ogni qui e ora.

Il contatto uraniano è collegato al principio cristico, e il senso di desiderio di libertà che ne deriva è l'intuizione delle orpellose formalità delle quali si ha la necessità di liberarsi.

Il cosmo (Urano per cosignificanza) ha la capacità di essere infinito come lo spirito infinito che anima l'elettricità delle vibrazioni dell'essere: cristica particella dello spirito infinitamente libero nella consapevolezza dell'idea originaria.

 

NETTUNO: Ciò che Urano stimola, Saturno cristallizza.

Ciò che Saturno cristallizza Nettuno dissolve per dare il modo ad Urano di spazzarlo via.

Solve, coagula e rinnova e ancora solve e rinnova per coagulare ed essere nuovamente dissolto.

Questi sono i cicli evolutivi continui e inarrestabili.

Questa è la croce di continua morte e trasformazione nella resurrezione.

Il processo ha come punto d'incontro il sacrificio del piccolo ego che dimentica la sua importanza e si rivolge al Padre del suo spirito e lo accetta in ogni sua non forma celata nella forma conoscendone la trascendenza e l'illusione.

Nettuno, confuso e impersonale nella sua forma è l'espressione più alta per la comprensione di Maya.

Attraverso Nettuno si perde la propria identità per confonderla nel fumoso mondo delle fughe dalla fisicità o si trascende la materia per elevarsi al di sopra di essa.

 

PLUTONE: L'energia primordiale che scatena la vita sta nel seme delle esperienze karmiche allo stesso modo come nel seme di Plutone, corrispondente fisico-testicoli, sta la genesi della vita fisica dell'energia maschile che incontrerà (attraverso Marte-azione diretta) la genesi della vita fisica femminile,( per effetto di Venere ricettacolo dell'ovulo), nell'utero della Madre Terra depositaria del seme fecondato.

Ciò che si semina verrà raccolto allo stesso modo come se si seminerà riso si raccoglierà riso, gramigna per gramigna e di seguito si continuerà ad usare lo stesso seme.

Solo quando tutto sarà distrutto da una catastrofe e tutto il raccolto parrà perduto, lo stimolo alla conquista suggerirà il potere di trasformare un apparente fallimento in una rinnovata semina.

La struttura caduta suggerirà la nuova forma di semina e per ogni grano di senape un albero potrà nascere.

L'albero diventerà forte come una quercia e renderà altri grani di senape predisposti geneticamente a produrre altri forti alberi.

Plutone è karma vivo.

Plutone è fallimento o potere ma mai continuità cristallizzata.

Plutone è come Shiva: creatore e distruttore di se stesso e ogni sua energia è radicale e definitivamente volta alla morte e rinascita ad una nuova forma.

Nel tuono della vita c'è il rinomato libero arbitrio che non è altro che la libertà di scegliere se il lione della vita deve trasportarti o sbranarti e il tuo cuore pu• sempre decidere se il sole può bruciarti o scaldarti.

 

Luna può eludere il Rama o emanare il suo fascino.

Mercurio può illuminare la mente o fingere usando i sistemi collettivi per imbrogliare un suo fratello, il suo spirito e il Rir.

Venere è il ricordo dell'amore divino che stimola lo stuolo dei riordinamenti.

Lo stupido elemento sentimentale che viene confuso con l'amore è egoismo. Il significato elevato di Venere è l'amore per Tutto. Il riordinamento dei riuniti riti iniziatici è il suo scopo.

Marte è il signore degli elementi fisici, non stimola Venere ma il romiro significato.

Il romiro è il Marte e il Deutone è Venere.

Il fitto elemento di Marte sono i romiri e le fistole purulente degli effetti rom.

Rir non risorge con Marte ma, rom non è che il motore del romiro e il Rim stupendo fine.

Il Rim si ottiene servendosi del tuono che c'è in Marte e Giove onora con la sua coscienza il genere umano.

Il risultato del riordino è il tuo e il suo indice di gradimento della coscienza direttamente ristorata da Dio. In seguito ti dirò più tipi di spiegazioni.

Gli stoni risiedono direttamente in Saturno perché è il pianeta dei debiti con le incarnazioni precedenti a questa incarnazione ultima.

E' il rumore che finalmente si ode attraverso le prove che gli si addicono.

Lo studio di Saturno finisce per portare il rimorso alla coscienza Rir, non per criticare ma per migliorare il suo comportamento, e Nettuno ti chiede di sciogliere i tuoi ego strutturati e simultaneamente gli eutoni trasformare in Deutoni.

Dei luminosi effetti ride lo spirito che si è evoluto finalmente libero di nuotare nell'oceano infinito dell'Esistenza Infinita.

Urano è lo stono romita. Il suo illuminato intuito il cuore può cogliere e liberarsi dai demoni dei condizionamenti. Il suo compito è prendere la decisione di rompere con tutto ciò che non gli è utile al suo Rim e l'Om rinasce attraverso il gioco di Uno, ritrovato nome di principio cristico.

Plutone, rombo del karma è la fine di rom e l'inizio di Deutoni. Morte dell'ego e inizio del Se.

E' il sonoro fulmine che lione cavalca.

Sono i fisici impulsi domati che finalmente trovano la loro potente immortalit….

Io molto presto Plutone vi farà visitare.

Plutone è il ponte della rinascita.

Vi condurrò in lui e il romiro rondine diventerà

In rondine ci sono tutti i diritti di volare.

 

Tratto dal corso di Astrologia del Karma (channelling  ABBA-Dori)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DORI- Abbiamo?

ABBA- Si, io e gli altri Deutoni che hanno il mio stesso compito di istruirti e sostenerti.

Abbiamo considerato che il tempo è giusto per nuovi apprendimenti sulla legge del ruotare con la nascita attuale.

Ora cerca di stendere quanto sta per ricevere. Credi di poterlo fare per il tuo bene e per il bene di tutti?

DORI- Si.

ABBA- Prima, però, preparati ad una prova che ti scombinerà i convincimenti direttamente provenienti dall’orgoglio.

Ho urgenza  di chiamare un ciclo di risoluzioni di storie con questi stupidi elementi, poi gli eterni conflitti svaniranno e il ristoro finalmente attuerà direttamente la loro sostituzione.

Ci deluttiamo (ci stiamo togliendo un lutto) e il ciclo dei Deutoni potrà manifestarsi.

Confida in Eiaia e il ciclo dei romiri (coloro che vivono immersi solo nella conoscenza delgli ego)  con tutte le conseguenze ti lascerà

E' la risoluzione dei conflitti che presiede il fisico superamento, ricorda che Abba ed Eiaia gli stupidi non possono sentire.

Il cuore di molti rimane chiuso e il Rim  (la vibrazione della parte divina di ognuno) ucciso  il destino di queste persone che rimane inalteratamente fisso per il resto della storia.

Il tuono della divinità che c'è in loro è soffocato dalle fistole degli elementi romiti che non permettono di raggiungere l'onore del suono Eiaia, OM, Rim, Rir.

Ciononostante l`OM continua a mandare le Sue energie a tutti anche quando e a quanti  la vibrazione stona.

 Romiro sono tutti coloro che muoiono al rispetto reciproco per il Tutto.

Miro a farvi capire che non dovete cambiare il modo di essere, perché il romiro e il deo non stonato finiscono, alla fine, per incontrarsi, se il deo non stonato Eiaia continua a cantare.

Il romiro non sente il canto ma subito finge di suonare il suo canto e sa finalmente di non essere sulla strada giusta perché il dio non stonato è illuminato dal sorriso e il romiro è invece stroncato dalla fatica.

Non permettete che il romiro virtualmente scarichi addosso a voi gli effetti romi.

Il rombo del OM e del Rim e del Rir canta e Eiaia risponderà lungamente.

                               

TEMPI E ORE  CON LA RUOTA DELL'ESISTENZA

Quando i tempi sono pronti, il gong dell'esistenza vibra il suono della vita personale.

Ognuno arriva in questa vostra terra, come in ogni altro luogo, quando l'ora della sua potenziale evoluzione è giunta.

Io, Abba, sono allineato alla vostra comprensione attraverso un ponte, forse strano, ma accettato con devozione da chi ha voluto cogliere gli insegnamenti preziosi del quotare l'Astrologia come mezzo di comprensione del suo qui e ora.

Sono tornato contento di proseguire il cammino assieme a questi miei compagni di viaggio e felice di poter essere la loro guida. Sono tornato per accompagnarvi anche attraverso il vasto e delicato studio della Mappa del Cielo.

Quando incominciate a capire che ogni causa ha un suo effetto imparerete a muovere le cause conformi all'effetto che vorrete ottenere.

Provate a chiedervi: Può un pensiero essere consapevole della sua energia?

Io vi rispondo di si e vi dico che il pensiero, consapevole o no è sempre energia che muove una causa e produce un effetto, propone contrasti e porta evoluzione o involuzione.

                                       

                                      IL RODEO DELLA VITA    

Immaginate un rodeo.

Il recinto del rodeo in cui si trovano cavallo da domare e domatore, si può paragonare al cerchio della vita della quale, nel Tema Natale, sono inscritte le premesse del punto di entrata, le difficoltà da affrontare, le prove da superare, lo scopo per il quale lavorare e le promesse dell'obbiettivo che potrà essere raggiunto.

Come nel recinto del rodeo, il cavallo selvaggio, potrà essere domato per servire, poi, da necessaria cavalcatura nell'avventurarsi alla scoperta di nuovi confini, così nelle esperienze della vita potranno essere domate le energie selvagge degli istinti incontrollati (abitudini karmiche del  ribelle-ego) per servire, poi, da necessaria energia (cavallo di battaglia) nell'avventurarsi alla ricerca della strategia dello sviluppo del Sè.

La lettura del Tema Natale illustra le caratteristiche del "cavallo selvaggio" nel recinto di un rodeo nel quale voi siete entrambi i protagonisti: colui che può domare e colui che sarà necessario e utile si lasci domare.

Come il cavallo imbizzarrisce, nell'oscura paura di ciò che non conosce e diventa la vittima inconsapevole dei voleri di un rodeador, al quale cerca di resistere inutilmente fino a sfinire le sue forze, così, il vostro ego, recalcitra e diventa la vittima inconsapevole del destino causa la sciagurata paura di perdere le sue dannose abitudini.

Cavallo e ominide pongono un'insensata dolorosa resistenza, ma il morso di ciò che deve essere, nelle esperienze che dovrà affrontare, gli stringerà tanto da fargli sempre più male, fino a quando non si deciderà ad accettare, consapevolmente, di farsi benevolmente mettere le briglie dall'unione col redentore che c'è in lui onorando la vittoria.

 Il Tema Natale è l'invito a prendere coscienza delle motivazioni del rodeo della nostra vita per rendervi il rodeador indiscusso destinato a vincere.

Nel contesto degli avvenimenti è inscritta la strada di entrate urgenti alla sperimentazione di abitudini che non comprendete abbastanza.

Queste abitudini vengono portate alla coscienza attraverso persone e circostanze perché muoiano certe illusioni e nascano sentimenti effettivi di valenza divina.

In quest'ottica, il Tema Natale può aiutare a cambiare le innumerevoli tendenze incontrollate e, rendendovi il rodeadore consapevole di se stesso, non potete più essere vittime di circostanze esterne, ecco che il cavallo imbizzarrito della vostra vita, non potrà calpestarvi più.

 

                                       

Voi  credete e pensate al futuro come ad una serie di avvenimenti che si verificano all'esterno di noi.

Comprendete, invece, che tutto avviene, in primo luogo,  all'interno di voi, nel vostro recinto da rodeo.

Per questo è utile sapere che, tutto quanto accade è legato a quanto già accaduto, giorno per giorno, momento dopo momento, collegato dai fili sottili della sequenza causa-effetto.

Ogni giorno è il risultato del giorno precedente così  come l'oggi è il seme che darà l'albero domani.

Ogni pensiero è la conseguenza del pensiero precedente, ogni istante da luogo ad un altro istante che sarà il riflesso dell'istante che l'ha preceduto.

Fino a quando l'ominide non saprà come sono le energie che lo muovono, non potrà cimentarsi nel suo centro a stimare l'UNO e crearsi un punto di riferimento tramite cui stabilire COME e QUANDO potersi misurare con corrispondenti successi.

Il vostro Tema vi parla dell'io temporale che, pur confondendo la comprensione del se profondo, non toglie la possibilità di elevarlo all'unico Sé.

                                            ASPETTI

Ogni -purtroppo- è segnato negli aspetti di quadratura.

Ogni -posso- è segnato negli aspetti di trigono.

Ogni -si e ogni no- sono segnati negli aspetti di opposizione.

Ogni -forse è meglio- è segnato nei sestili.

Ogni -vorrei ma non posso (dubbi per lo inconsci) - è segnato nei quinconce.

Ogni -proviamo- è segnato nei semisestili.

Ogni -pronto e reso- (alleanza delle energie) è segnato nelle congiunzioni.

Ogni -conoscenza e non conoscenza- sono segnate nel Nodo di  Entrata (Sud)  e nel Nodo di Uscita (nord)

Ogni -insieme- della Ruota dell'Esistere è collegato dai fili sottili di causa-effetto.

Nulla è irrisolutamente statico, tutto è corrispondente al peso che avete deciso di comprendere.

                                       

Nei segni intercettati potete capire cosa è urgente integrare con l'attuale.

Nelle case che intercettano quei segni c'è la sperimentazione da attuare.

Ogni aspetto "difficile" non è che la provocazione necessaria allo sviluppo degli aspetti "facili".

Ogni pianeta retrogrado è l'invito ad approfondire nel sè profondo il suo significato.

 

                                       

I due luminari sono l'espressione maschile e femminile di un unico insieme, che non può essere mai retrogrado in quanto parla del qui e ora.

Ponetevi in questa ottica e ogni cosa sarà possibile.

Uno degli scopi del mio ritorno è di aiutarvi a prendere contatto con il concetto di Astrologia come mezzo per auto-apprendere a domare il cavallo selvaggio delle abitudini dannose.

Perciò ogni Ruota personale si presenterà come motivo di grande riflessione e la  guarderete con rispettosa attenzione.

Useremo l'Astrologia come comprensione dello scopo con umile raccoglimento e profondo convincimento che nessuna condanna è resa necessaria ma, più semplicemente, un'occasione utile alla  crescita.

L'astrologia che vi porgo è lo studio sottile delle cause cementate nelle illusioni della manifestazione in relazione alle leggi di causa-effetto.

                               

                                               PIANETI

Voi cogliete l'effetto, io pongo la possibilità della comprensione della causa e ogni cosa troverà il suo giusto ruotare.

Ora cogliamo con semplicità il significato della comprensione recondita che ruota nei sottili corpi di cui i pianeti rappresentano la vibrazione.

 

La divinità che arde in tutti noi è rappresentata dal Sole.

Spirito mai nato, mai morto è la coscienza del -essere- incarnatasi nella struttura del fisico corpo.

Nel modo fenomenico di interpretare la Ruota rappresenta la vita, il cuore, la parte vitale maschile di ognuno.

Karmicamente è lo spirito perfetto ad un certo punto del suo percorso evolutivo.

                                   

 

                                                  

L'anima (Luna) è la rondine, lo spirito il rondine. 

L'anima conosce come porsi all'apertura nel cielo del suo Sole.

Sa di essere come dovrebbe: sensibile, disponibile e ricettiva ma è confusa dalla materia che la fa perdere in disorientanti emozioni.

Cogliere i significati della Luna significa cogliere le proprietà dell'anima.

Nel fenomenico si rende ricettiva alla penetrazione dell'energia maschile e crea la nuova vita.

Madre e figlia della deformazione dei sensi è l'unica che può offrire e rendere sacro il suo gioire e il suo soffrire il travaglio del rendersi disponibile alla trasmutazione di passato e futuro in un immediato presente.

                                       

 

                                                  

  Mercurio è il concetto di ciò che si coglie da fuori e l'espressione di ciò che si coglie da dentro.

E' figlio e compagno di un viaggio intrapreso nella notte dei tempi del quale ha perso il ricordo per seguirne lo stimolo.

E' il significato del quoziente intellettivo e racchiude la conoscenza da cercare, ma, muovendosi in continuazione non può assicurarla alla memoria. Le domande da risolvere sono tante, Mercurio ha paura di risposte e allora fugge dalle loro responsabilità ma ne cataloga il ruotare.

                                     

                                                      

  Venere è ambivalenza di soddisfacimento sensoriale nel lusso morale o materiale.

E' apertura ai bisogni dell'anima o chiusura ai bisogni del piccolo me.

Amore per i propri comodi o pace nel territorio che possiede. Come è amore per le forme e il gusto di assaporarle sempre meglio, è anche amore allo stato puro della donazione del me al sè dell'oblazione e comprensione dei bisogni, dell'altra faccia dell'io, che si incontra all'unisono nel noi. 

 

                                      

                                                       

Marte, acceso sostenitore della forza e motore di ogni azione, è quanto serve alla spinta di propulsione.

La capacità di rendere costruttivo o distruttivo il suo movimento dipende dalla coscienza che comprende la provenienza dell'ego e lo domina. Marte è la belva che sbrana o la forza del benevolo eroe.

E' il selvaggio cavallo o il prezioso destriero che accetterà la briglia, non già come un giogo, ma come un necessario richiamo alla disciplina.

 

                                     

                                                   

Giove è già così sociale che può solo godere delle gioie della vita.

Ma l'esistenza è molto di più del suo godereccio trascorrere.

Giove è il giudizio degli esseri così come in terra anche oltre i confini del conosciuto materiale.

Giove Dio degli Dei: coscienza delle coscienze.

Giove è l'espansione della coscienza terrena nella coscienza della Divina Legge.

 

                                   

                                                   

Saturno! Che problema di tempo con Saturno che divora i suoi figli.

La materia è immateria manifesta in consistenza limitante.

La realtà è ciò che sembra in relazione al passato che cristallizza il futuro nel presente.

Ecco che padre-Saturno-peso-del-passato divora i figli che lo minacciano nella sua statica visione di un futuro previsto come il presente ricalca il passato.

La continuità, valutata con logica, omette le metamorfosi necessarie all'evoluzione.

Ma il ponte costruito nel presente la ruota che lo solcherà domani e, Saturno, conosce l'insegnamento utile a questa comprensione.

E' così che impara a costruire quanto servirà ai posteri, quando, la saggia visione del suo tempo lo renderà capace di ritirarsi, nel silenzio e nella completezza della sua conoscenza.

 

                                    

                                                   

Di Urano si può solo dire che il cosmo è libertà.

La libertà è decisione consapevole della scelta.

La scelta è prontezza di cogliere, oggi, ciò che il libero arbitrio mostra di presenziare.

Il libero arbitrio è la dimora dello spirito che non conosce confini.

Gli sconfinati orizzonti del principio Cristico di amore cosmico sono la patria di ogni spirito.

 

                                    

                                                    

Nettuno: Materia e immateria sono di un'unica sostanza.

 La conoscenza del reale è relativa e ingannevole. L'inganno cela la realtà ma ne contiene il principio.

Qual'è il sogno  frutto di fantasia? Qual'è il mistico richiamo? Reale, irreale, dov'è la verità?

La farfalla è forse più reale della crisalide che l'ha contenuta? O il bruco è meno reale dell'uovo che l'ha concepito?

Ogni cosa è reale e tutto è irreale. La genesi e l'akasha sono la stessa cosa.

Allo stesso modo come la memoria cosmica contiene ogni informazione così il DNA contiene ogni istruzione.

Chi non risponde alla propria coscienza è perché ne ha paura e la sfugge dissolvendosi nei rifugi dell'incoscienza.

Chi risponde alla coscienza divina accede alla capacità della metamorfosi da uovo in farfalla e spiega le ali al volo della dissoluzione della materia formale per l'ammissione alla genesi divina.

Dissociazione dalla materia è lo stimolo della vibrazione di Nettuno.

Fuga nella nebbia dell'ignoto o viaggio nel mistico divino è il resoconto del suo operato.

 

                                    

                                                         

Plutone è tutto ciò che è.

Sacro o profano, forza disintegrante o creatrice, Istinto animale o potere consapevole, sesso o corrosione, empatia o avversione, diamante o escremento, prodotto o fenomeno.

Tutto questo ed altro ancora sono energie tipiche profuse da Plutone.

Plutone creatore o distruttore è primo a sè stesso.

Plutone è potere assoluto. E' Karma e azione karmica. E' il fulmine che abbatte o illumina.

                                     

                               TRASMIGRARE ASTRALE.

L'entità che vi anima, prima di assumere il vostro corpo, ha viaggiato e sostato in altri piani fisici e non fisici, diversi da quello che voi conoscete ora.

Quando anche l'attuale vostro corpo verrà lasciato, l'entità, arricchita dalla conclusa esperienza fisica della vostra ultima vita, accederà al piano corrispondente alla somma delle vostre esperienze totali per perfezionare la comprensione del suo stato.

Il continuo mentale, che la imprigiona nella sostanza imperfetta, la porterà nei luoghi dei suoi convincimenti mentali.

Ha la coscienza delle vibrazioni dei suoi pensieri perciò se crederete nel sonno eterno è in quel luogo-dormitorio che stazionerete fino a quando verrete chiamati a nuova vita.

Se crederete nell'inferno vi troverete subito nelle fiamme fino a quando una nuova esperienza fisica non vi immergerà nelle esperienze infernali prodotte dal vostro codice purificatore.

Se crederete nella compassione divina, qualunque Dio onori il vostro cuore, QUEL DIO vi offrirà la Sua compassione e voi lo conoscerete, continuando a crescere nella comprensione del cammino che vi condurrà fuori dalla necessità di ritornare ad assumere la forma fisica, dopo essere passati da forme continuative del vostro procedere verso La Luce dell'Unica Verità

I mondi paralleli al vostro sono, perciò,  molti e molto popolati.

Ogni parte di questa conoscenza è racchiusa nel quotidiano affanno di ognuno di voi.

Anche se non ricordate consapevolmente la vostra provenienza, ogni vostro atteggiamento parla del soggiorno ultimo del vostro continuo animico in quel dato luogo.

Tutto è contenuto nel Tema Natale.

Quando prendete un nuovo corpo fisico, in questo territorio fenomenico, cominciate a dimenticare lo scopo per il quale siete tornati ma contemporaneamente continuate a proiettarlo e attirate le esperienze necessarie alla sua comprensione.

                                   

                                    

                                   DISCESA NEL PROGRAMMA

Premetto che prima di entrare nella forma del corpo vi avvicinate alla forma dell'embrione e vigilate costantemente quello che diventerà il veicolo della nuova esperienza.

Con l'ovulo che viene fecondato cogliete l'occasione di convogliare nel fenomenico le coordinate del vostro programma e la possibilità della sua sperimentazione in allineamento con il programma di coloro che vi attirano al loro attuale.

A seconda del piano su cui state, il mondo fenomenico attira la storia nuova.

Infatti, se voi conosceste la data terrena esatta del vostro concepimento fisico, potreste stendere una Mappa del Cielo con le identiche caratteristiche di quella dell'esatto momento della vostra uscita dall'utero materno.

Per cui, è inutile che vi lamentiate del caso corrispondente al vostro codificare fortuna o sfortuna.

Le prove che attirate al vostro mondo non sono altro che ciò di cui avete compreso la necessità negli stadi di permanenza sui piani di altre esperienze prima di prendere definitivamente il corpo fisico attuale.

                                       

                                      MANIFESTAZIONE DEL PROGRAMMA
Dato che il Sole è la manifestazione dello spirito inserito in una storia continuativa del suo percorso, considerando la sua posizione nel segno, si può giungere a comprendere la retorica  del programma prioritario dalla sua provenienza, il contatto che dovrà stabilire e l'evoluzione che potrà concedersi di ottenere.

Ogni esistenza trova la sua dimensione di evoluzione in conformità con il suo programma totale.

La prima parte della vita è, normalmente, impiegata alla sperimentazione della forma più densa dei ritmi di approccio.

E' pertanto per lo pi foriera di problemi o rendite ereditate inconsciamente e, in un certo senso, si possono paragonare alle malattie infantili le quali, come ben sapete, non sono delle punizioni ma, più semplicemente, opportunità di creare le necessarie difese di un corpo adulto sano.

Così, voi, incontrate i convincimenti del continuo mentale che incarnate.

Separati dallo spirito, a causa della materia che vi rende ciechi, sordi, muti e pesanti, vi condannate ai castighi che voi stessi avete codificato come giusta purificazione fino a quando il cuore non si apre all'amore per Dio e la mente non accetta la consapevolezza di essere uno col Tutto perfettamente al posto giusto per raggiungere la perfezione in Lui.

Il Sole nei segni, perciò, è la retorica del ruolo che si codifica  attraverso la dinamica di quel segno.

                                   

                                                      Ariete

ARIETE: arriva con forza nella vita e ne reclama il diritto.

Il programma di comprendere il rischio di vivere può fargli perdere il concetto della vita in sè stessa.

Rende pan per focaccia, occhio per occhio e dente per dente ma non comprendere il porgere l'altra guancia a causa dell'ignoranza del Sé che lo imprigiona nell'ego.

Ariete non è cattivo ma istintivamente impulsivo.

Ogni cosa che lo tocca diventa una lotta personale e non si accorge della totalità.

Quando Ariete comprenderà che la vita è anche rendere amore per provocazione sarà allineato con il suo programma evolutivo: superare l'ignoranza dell'altro quale complemento del suo esistere.

Per fare questo, Ariete, dovrà imparare a superare l'importanza dell'io.

                                       

                                                       Toro

TORO: arriva e si cura del suo spazio come una ventosa si attacca al suo piano.

Conosce solo i confini del suo mondo e a nulla vale cercare di fargli cogliere le sfumature perché la sostanza cupa che lo perseguita dalla sua provenienza gli impedisce di andare oltre i suoi contorni ossessionati dal possesso individuale.

Eremo in una fortezza, conta su ciò che conosce e si lascia sfuggire la conoscenza prima della materia che resta confinata nel piccolo ego.

Toro dovrà imparare a considerare che oltre le mura c'è ancora mondo.

Dovrà perciò imparare a non temere il randagio viandante né la spesa che gli costerà il conoscerne i concetti.

                                    

                                                     Gemelli

GEMELLI: Allegro, vivace ma polivalentemente inserito nella variabilità del vento senza, però conoscerne l'energia trasformatrice, perde la capacità di modellare egli stesso la forma perché non trova la costanza di applicarsi seriamente a ciò che potrebbe costituire l'assunzione del responsabile risultato.

Pone le energie nella ricerca curiosa ma è pronto a scappare davanti alla difficoltà dell'approfondimento.

Egli è nuvola nell'aria che vaga nell'etere senza fissa dimora.

Crede in una libertà che lo confina, in realtà, nella vacuità dei suoi perché senza risposta.

Perché l'infelice sensazione di perdere se stesso non lo conduca alla perdita del Sè, Gemelli può fare uso di un'intelligenza perspicace e abbinarla al conoscere del vento che narra la storia dei tempi e la usa per modellare le montagne.

 

                                       

                                                        Cancro 

CANCRO: chiuso nel suo guscio di protezione-condanna, è poco incline ad accorgersi che esiste qualcosa di diverso dei moti delle maree del suo oceano personale.

Egli è spaventato dal mondo esterno ma la continua richiesta di attenzioni lo obbliga a conoscere ciò che più lo spaventa: le altre forme della realtà

A causa della sua natura coinvolta nella fluidità ma con radici nell' inconscio bisogno di trovare un bacino capace di contenerlo, sposta disordinatamente il suo elemento costretto ad adattarsi a ciò che riesce a solcare nel suo percorso e a trasportare nella sua corsa.

Ecco che giace in apparente tranquillità solo quando è contenuto in qualcosa capace di conformarne la quantità; allora può crescere in altezza senza perdere  la sua capacità di trasformazione.

Ecco che il conoscere il suo posto, il suo scopo, la sua forma permette all'elemento Acqua la trasmutazione in sostanza energetica di sacrificio e amore incondizionato.

Ma se permette al vento di incresparlo in onde o al fuoco di portarlo in ebollizione, il conosciuto timore di perdere l'identità lo farà evadere in vapore o tracimare dalla soglia di guardia.

Solo se si affiderà alla proprietà cinetica dell'incontro con gli altri elementi, Cancro, troverà la sua completezza.

Il coraggio di donarsi alla vita lo metterà in sintonia con il suo scopo: amore e donazione di se.

 

                                      

                                                        Leone

LEONE: dove c'è sole, lì c'è vita.

Sole in Leone è la vita in se stessa che manifesta la sua esistenza.

Appare chiaro che il dare importanza al contorno sociale attraverso la propria immagine è una tendenza innata per qualunque nato sotto questo sole.

Egli dà tutto ciò che ha per l'immagine sociale che ritiene più alta nel suo contesto.

Non sa che la vita è anche interiorizzare sentimenti e sensazioni.

Pensa e si muove in grande, pretende ed esige in grande ed ogni cosa gli appartiene eccetto sè stesso.

Fino a quando non coglierà il suo esistere nel suo ESSERE, Leone sarà orgogliosamente proiettato verso un'immagine esterna che lo gratifichi e non si concederà al più grande diritto di ogni esistenza che è semplicemente ESISTERE e per esteso: essere unità con la vita divina.

Codificandosi con la sua pomposa immagine sociale, come potrà trovare la sua vera immagine?

Leone dovrà imparare a mettere in discussione ciò in cui crede ciecamente e concedersi, piuttosto, al fluire in armonia con ciò che E'.

 

                                     

                                                         Vergine

VERGINE: piccola, pudica, posizionata nell'ordine, perde il suo libero arbitrio e non accetta dirette responsabilità

Poco importa ciò che potrebbe, le regole garantiscono assiomi confortabili e rendono tutto uniformemente convivibile.

Ecco che Vergine si adegua al rigore della continuità ripetitiva si centra nella  qualità dei suoi esercizi conoscitivi e della tecnica selettiva come se tutto ciò che deve essere fosse in serie con ciò che E' senza accorgersi, invece, che è una delle tante forme della Sua manifestazione.

Così serve continuamente un'idea ma si lascia sfuggire l'Idea in Se Stessa.

Il servizio è

la sua missione, l'idea il suo compito, scegliere il suo castigo, scegliere di servire consapevolmente l'Idea il suo indirizzo evolutivo.

Per questo compito, Vergine, ha a disposizione una delle più potenti doti: l'Umiltà.

 

 

                                      

                                                          Bilancia

BILANCIA: faccio ciò che è giusto, ma sarà giusto?

Come perfetta può essere la giustizia della legge umana se il dubbio della dualità impera? Ogni medaglia ha il suo rovescio, ogni rovescio un diritto che può essere il suo rovescio: dove sta la verità?

Bilancia pende ora da una parte ora dall'altra e non si accorge che la via giusta è l'equanimità che alberga nel silenzio e nella pace dell'unità  L'unità in se stessa è l'unica verità.

L'unità è l'unica legge. La via di mezzo l'unico percorso.

Fino a quando si affiderà alla legge umana della dualità non renderà onore alla legge divina dell'unità.

Il compito di aprirsi agli altri è il suo destino, la confusione di scelta la sua condanna, il punto di incontro della duale faccia di una complementare unità il suo sentiero.

Poi tutto è pace e solo armonia fra forme, suoni e colori.

 

                                  

                                                    Scorpione

SCORPIONE: cogli lo scopo di purificazione, o Scorpione condizionato dall'ego.

Cogli la potenza dell'energia che giace nel profondo di te.

Cogli le proprietà trasformatrici.

Rigenera la tua ambizione e rendila cosciente ricerca del Dio che c'è in te e ogni vendetta perder… significato, ogni orgoglio diventerà conoscenza, ogni rancorosa crudeltà diventerà capacità di guarire te stesso e gli altri nella profonda consapevolezza della centralità di ogni apparente ristagno.

Tu sei il carbone che diventa diamante, non permettere all'ego di distruggere la tua miniera per farne uno scarico di purulente immondizie.

Ciò che Ruota ha in serbo per te è molto più luminoso della superficie che incrosta il suo nucleo.

Il diamante nasce nel profondo della terra permettiti di portarlo in superficie.

 

                                         

                                                        Sagittario

SAGITTARIO: Gioca, corre, si avventura e gioisce di ogni conquista.

Non conosce confini che possano limitarlo perché egli è parte integrante della legge della natura che si estende al di sopra dei limiti della materia in luminosa certezza.

Sorridi, Sagittario, tu puoi volare molto in alto se solo ti accorgi che Egli è in te come in ogni cosa che incontri nel tuo valicare frontiere.

Poni la coscienza superiore di Giove nel quotidiano impegno e nulla limiterà mai il tuo spazio ma stai attento perché ogni cosa che esiste sul vostro territorio fenomenico può contenere una controparte, educati a coglierne i contenuti.

La sprovvedutezza è la tua condanna, l'ingenuità la tua malattia.

Le brucianti ferite che puoi procurare al tuo domani di oggi sono il mezzo per cogliere il medicamentoso balsamo della sdrammatizzazione, prezioso compagno di viaggio di avventure lontane ma accessibili.

Cavalca il genuino spettro missionario in armonia con le leggi superiori del Padre tuo e mio e suo e di tutti e di tutte le creature dell'ampio creato che si estende sconfinato sopra, sotto, intorno e dentro di te.

Questa è la tua missione: sdrammatizzare la forma e portare il sorriso che abbatte tutte le frontiere.

 

                                     

                                                        Capricorno

CAPRICORNO è attaccato alla sostanza delle sue ambizioni terrene.

Accanitamente cristallizzato nel suo potere, in previsione, forse, di un recupero di quanto gli manca in capacità di esternare i suoi sentimenti.

Occupa posti di preminenza in società o in famiglia ma è all'ultimo posto nel cuore di se stesso causa la sua continua fredda sopraffazione degli altri.

Capricorno dovrà imparare che le strade che portano alla realizzazione non hanno bisogno di sopprimere nessuno.

Dovrà sperimentare la conoscenza della fatica e assumere la responsabilità di quanto costruisce.

Dovrà imparare a concedere pari opportunità anche agli altri comprendendo che le realtà non sono solo convinzioni oggettivabili in forma ma più realisticamente vere e proprie necessità personali.

Ognuno ha una propria espressione e l'espressione materiale è solo una piccola parte di una più ampia realtà.

Quando Capricorno concederà margini di tolleranza più ampi avrà iniziato a sintonizzarsi sul suo programma evolutivo: costruire il perno della società del piccolo cosmo umano che protrae la sua estensione nel macro cosmo di cui egli ne costituisce il collegamento e il confine.

Qui sta la comprensione della piccola croce umana come base e congiunzione dell'uomo terreno che sale verso la consapevolezza del divino.

 

                                     

                                                         Acquario

AQUARIO: come è chiaro sapere che il rigore dell'inverno è solo una situazione di transito verso il calore dell'estate è altrettanto chiaro che l'estate è una stagione di transito verso l'inverno.

Il divenire, è questo il concetto.

Espansione e contrazione sono le due diverse fasi di un unico respiro, Aquario lo sa bene e con questo si conforma alla tecnica di evoluzione del ritmo dell'universo.

Coglie l'occasione di transito da una dimensione all'altra con spirito di guardare al futuro, memore del passato, agganciato al presente.

Questa è libertà di esistere nello spazio e nel tempo.

Questa è opportunità di cogliere l'occasione del qui e ora.

Ponte fra passato e presente, è ora che agisce, sapendo e sentendo che è tutto in divenire.

La condanna che lo perseguita è comune al suo tempo: il rigore della fissità invernale contrapposta, antagonista e complementare della fissità del caldo sole d'estate.

La riuscita sta nella libera scelta di stare nel mezzo come fra inspirazione ed espirazione sta in punto di conversione di entrambe le premesse.

 

                                          

                                                            Pesci

PESCI: Siamo alla fine della ruota di ciò che precede il nuovo inizio.

Il passato deve essere sacrificato sulla croce del nuovo.

Morte dell'ordine costituito, resurrezione dell'ordine divino.

Dove sta il confine fra sacrificio dell'ego e tradimento del Sè?

Pesci è confuso e spaventato dal caos dell'immaterialità sulla materia.

Vorrebbe riordinare le idee ma queste gli sfuggono nel turbinio dei suoi vortici emotivi.

Scappa, si ribella e piange; sogna mondi ai confini della realtà e si perde nell'irreale: evanescente rifugio della sua fantasia.

Ciò che Pesci tenta di scoprire, e non lo sa, è che l'ingarbugliato concetto dell'io confinato nella materia non è che l'ignoto richiamo al magico ponte che conduce al divino senso del Sè: mistico traguardo del reale sopra le apparenze dell'irreale.

La materia è la sua condanna, l'immateria la sua confusione, il divino il suo scopo.

Pesci può sacrificarsi per l'eternità e perdersi in questo umiliante conflitto ma solo quando accoglierà il divino comprenderà la magia dell'Esistere.

Allora comincerà a ritirare il suo spirito errabondo dalle intemperie delle emozioni inutili e lo offrirà in oblazione dell'apertura emozionale al voi dichiaratamente congiunto al noi nell'Oceano dell'Esistenza Infinita.

 

                                   COSCIENZA

Il segno in cui è inserito il Sole è la premessa dello spirito di una data coscienza che si manifesta nel mondo.

La vibrazione del pensiero che lo circonda, provenendo da un dato piano, è in allineamento con la somma delle precedenti esperienze di trasmigrazione da uno stadio all'altro e produce l'esperienza fenomenica attuale.

Pertanto, l'elemento in cui lo spirito si immerge, dimostra come la ruota delle evoluzioni personali è in ottemperanza con il suo compito.

 

COMPITO DEGLI ELEMENTI

TERRA ha il compito sperimentare l'esistenza che passa dalla fisicità ma si eleva al di sopra l'attaccamento ai sensi fisici del corpo materiale.

ACQUA  ha il compito di sperimentare la pace che passa dalle tempeste delle passioni ma si eleva, nell'amore incondizionato, al di sopra del corpo emotivo( corpo astrale).

ARIA ha il compito di sperimentare l'uguaglianza cosmica universale che passa dal conoscere e il sapere, supera l'avidità dell'idea del corpo mentale (corpo causale) e si congiunge all'Espressione dell'Unica Idea.

FUOCO ha il compito di sperimentare il corpo eterico che agisce da trasformatore delle energie distruttive in costruttive.

L'amore sarà l'unica risposta a tutti i suoi mali, l'ira il deterrente, l'ego la causa.

 

ESPERIENZE OPPOSTE E COMPLEMENTARI

TERRA E ACQUA incarnano le dimensioni di resistenza alla comprensione e all'integrazione della forma alla non forma portano la necessità di sperimentare un'esistenza a contatto con la forma fenomenica del fisico e alle emozioni a lui legate.

E' un insegnamento di comprensione di queste opposte e complementari energie per integrarle alla totalità dell'inter-azione della non forma sulla forma.

 

ARIA E FUOCO Le dimensioni più sottili dell'esperienza nel fenomenico sono condizioni affini a questi due elementi.

Non forma n‚ corpo legano vitalità e pensiero ma vitalità e pensiero animano il corpo.

Complementari o avversari collaborano ad una causa comune o si ostacolano a vicenda.

Il fuoco ha bisogno di aria per bruciare e l'aria ha bisogno del calore per essere respirata.

Ma il fuoco divampa con troppa aria allo stesso modo come troppo calore rende l'aria irrespirabile.

Ecco che fuoco e aria devono imparare l'umiltà della moderazione.

L'ego deve ricondursi allo spirito come il soffio all'OM.

 

PROVENIENZA

Terra e acqua provengono dai densi mondi della percezione della forma che dovrà essere compresa, questa volta, nella sostanza e proiettata nella coscienza futura come veicolo trasportatore alla non forma. La creazione, tutta, coglierà l'unica forma del suo Creatore e ogni forma lo conterrà ma nessuna forma Lo definirà nei limiti dei suoi confini.

Ogni goccia sarà Oceano ma nessuna goccia Lo conterrà

Acqua chiamerà il fuoco del fulmine, terra romberà il suo tuono ed ogni cosa sarà in armonia con ciòche E'.

Aria e Fuoco provengono dall'idea del fuoco originario.

Al principio c'era il caos, poi Dio separò la terra dalle acque e poi creo l'aria del cielo per farci splendere il fuoco di Gayatri.

Lo spirito libero disceso nella materia, perdendo contatto con le origini, perse anche l'Idea così cominciò a credere di essere lui l'idea: l'ego cominciò a gonfiarsi nella prepotenza dell'IO-ME-MIO. Ecco che Aria e Fuoco provengono dai provocanti mondi della presunzione ma sono diretti proprio nel luogo che hanno distrutto. Quando si riconosceranno come creatura nel creato ogni cosa gli verrà data dal Creatore perché tutto è Suo, tutto Ci concede, tutto a Lui torna.

Il finale ultimo comune a tutti: riconoscete l'elemento finora indisciplinato, solo allora potrete abbandonare le vostre resistenze, trascendere il vostro ego e librarvi nell'etere della libertà.

 

QUINCONCE FONTE DI PROVENIENZA

La fonte della provenienza dai vari piani è individuabile attraverso l'accurato esame dei quinconce.

Ogni pianeta in quinconce, infatti, è una combustione caotica di energie, un rudimentale senso di obnubilamento di una data forma pensiero.

Il quinconce viene percepito come un blocco allo scorrere di quel tipo di energia e può produrre ossessioni fino a sfociare in nevrosi anche gravi.

Il pianeta in quinconce dirà quale esperienza personale viene coinvolta.

L'elemento in quinconce dirà quale dimensione verrà conosciuta con ansia o paura o rifiuto.

Il segno dirà quale modalità sarà seguita.

Il settore dell'esperienza sarà indicato dalla casa.

Ogni contrario sarà il dissolvente del problema o il dissociante dell'esperienza.

Individuato il punto-problema coinvolto nel quinconce si considererà tanto la polarità del caso quanto segni, pianeti e case.

Con il Sole in quinconce è la coscienza del "Essere" che non è colta nella sua forma correttamente fluida.

L'elemento in cui si trova il Corpo Celeste dice cosa non combacia con la nostra comprensione.

Il quinconce del Sole in terra proviene dalle dimensioni direttamente materiali transitati dai piani di una coscienza cristallizzata nella materia

Il quinconce del Sole in Acqua proviene dalle dimensioni della coscienza corrosa dalle emozioni.

Il quinconce del Sole in fuoco proviene dalle dimensioni della coscienza bruciata nell'ego della non consapevolezza dell'E'.

Il quinconce del Sole in Aria viene dalle dimensioni della coscienza dell`OM infinito dispersa nel piccolo omo.

 

CADUTA NELL'ATTUALE

Ne consegue, un'attuale esistenza inconsapevolmente timorosa di ricadere nello stesso continuo comportamentale, perciò la mente inconscia  produce un blocco che relega se stessi alle paure più curiose legate a quelle energie in disarmonia o, al contrario ne esaspera i contenuti deformati

Terra e Acqua creano difficili rapporti con l'esternare il desiderio di vivere la propria vitalità che giace corrosa nella sua umiliazione (acqua) o cristallizzata nella sua forma fisica (terra).

La Terra a causa della resistenza fisica fatta all'atto della morte precedente per eccessivo attaccamento alla materia.

L'Acqua a causa della resistenza a causa l'eccessivo attaccamento alle proprie sensazioni emotive.

L'Aria a causa dell'attaccamento ai principi di pensiero della mente fisica.

Il Fuoco a causa dell'attaccamento al proprio ego.

Il Sole in quinconce nell'elemento Acqua fa sperimentare una disarmonia nell'espressione vitalmente emotiva e colma di angosciose ossessioni dove l'io finisce per annegare nei suoi vorrei (Aria) ma non posso (Fuoco)

Il Sole in quinconce nell'elemento Terra fa sperimentare una disarmonia dell'espressione vitalmente attinente alla fisicità.

L'io, soffocato dall'accumulo del tempo finisce per sotterrare il suo spirito divino (Fuoco) senza neanche averlo dato alla luce (Aria)

Il Sole in quinconce nell'elemento Aria fa sperimentare una disarmonia nella vitalità protagonista.

L'io esasperato da un ego potente ma tribale non si cura della sensibilità altrui (Acqua) ne della giusta misura (Terra) delle sue azioni.

Il Sole in quinconce nell'elemento Aria fa sperimentare una disarmonia concettuale.

Il senso del quotare l'operato (terra) dei suoi simili in base ad alla sensazione (Acqua) unilaterale della sua idea lo porta spesso a pontificare se stesso e a denigrare gli altri.

Ovviamente non possono che conseguirne esperienze che bloccano, ingarbugliano o esasperano l'energia vitale fisica-Terra, emotiva-Acqua, dinamica-Fuoco, mentale-Aria

Come è ormai chiaro, ogni difficoltà ha il suo scopo ma non è mai una condanna.

Quando si tratta di una difficoltà proposta da un quinconce la situazione si muove sui binari psicologici ed una persona può, solo con uno sforzo personale, accorgersi di questo nodo e arrivare, quindi a scioglierlo.

Spesso le energie dei segni in quinconce, negli altri segni dello stesso elemento trovano la possibilità di risoluzione.

 

KARMA DEL SOLE N TERRA E ACQUA

Disarmonie del Sole in Terra difficilmente concederanno un corpo sano o risultati concreti in conformità agli sforzi personalmente impiegati per un fine di rendita terrena.

Questi esseri provengono dagli stadi più densi dei mondi paralleli e perciò dovranno duramente lottare con le forme più basse degli istinti fisici.

Il karma dei segni di terra dovrà calarsi nella materialità comprenderne il significato e liberarsi dal suo peso personale per proporlo in maniera impersonale.

Ciò vuol dire imparare a sviluppare l'umile sentimento del riconoscimento della fisicità come manifestazione visibile solo a causa della nostra imperfetta percezione della Totalità.

Non è necessario trascendere la fisicità, qualcuno può farlo purché il conoscere il trascendere fisico non porti a trascurarlo nella sua primaria funzione di mezzo divinamente affidato ad ognuno di noi.

Terra dovrà concedere il giusto rispetto alla fisicità ma guardare continuamente al di sopra di questa.

Con disarmonie al Sole in Acqua i conflitti della coscienza affettiva difficilmente concederanno una vita colma di amore armonioso, gli stadi  densi della loro provenienza li faranno duramente lottare  con le forme più basse degli istinti emotivi.

 

CHACRA DI TERRA E ACQUA

Una delle vie del superamento dei blocchi corrispondenti è l'accettazione della forma per la terra e l'accettazione del dolore per l'acqua.

La terra renderà i tuoni al cielo e l'acqua chiamerà il fulmine nel suo bacino.

Vuol dire che la forma accettata è consapevolmente convertita in energia ascendente e l'emozione accettata viene convertita in energia penetrante la forma.

Così, il quinconce di terra sosterrà una vita di fatiche e privazioni ma, attraverso condizioni di cura del fisico, attraverso la cura del corpo aurico e meditando sul primo chakra (istintivo quello più denso) attiverà consapevolmente l'ascesa dell'energia di Madre Terra.

Il Sole disarmonico in Acqua sosterrà una vita di dolorose condizioni di emarginazione affettiva e darà amore ricevendo ingratitudine, ma se imparerà ad aprire il suo cuore all'amore incondizionato molte delle persone che attirerà al suo mondo assomiglieranno al suo nuovo percorso.

L'energia che ne scaturirà chiamerà il luminoso potere ancestrale delle energie cosmiche di Amore incondizionato dalla forma come si riconoscono nell'Amore Divino della Grande Madre che voi identificate nella Compassione e Devozione della Santa Madre di Cristo-Gesù.

Questa conoscenza racchiusa nel chakra secondo (-emotivo quello più inconscio) farà aprire la coscienza del Loto dai sei petali che raccoglierà la Grande Madre Devi, per gli indù kundalini.

 

KARMA DEL SOLE IN FUOCO E ARIA

Fuoco e Aria del Sole in aspetto di quinconce tolgono vivacità e potenza pensativa.

Il Fuoco causa un'arroganza orgogliosa nel confrontarsi con la morte come ogni persona che riceve una vita in dono e crede che le sia dovuta e non concessa.

L'Aria causa il conoscere presuntuosamente alto che ha voluto sfidare Dio.

Queste persone si ritenevano all'altezza del Supremo Pensiero e hanno creduto di essere loro stessi l'Idea.

Al momento della morte Fuoco e Aria hanno creduto di essere l'Uno e con ciò sono stati divisi dall'Unità.

Questo quinconce porta i postumi della loro arroganza e li condanna ad una vita di incomprensioni e violazioni dei loro diritti.

Ogni Ruota ha il suo significato e questi due elementi hanno bisogno di comprendere l'unione che passa dall'umiltà della condivisione.

 

CHAKRA DI FUOCO E ARIA

Fuoco è il così detto corpo del mentale inferiore che governa tutte le vitali funzioni fisiche dei muscoli involontari.

E' l'energia tipica del pensiero fisico inconsapevole degli altri.

Perciò dovrà imparare ad uscire dal piccolo io e conformarsi al più ampio noi.

Il terzo chakra, aprirà i suoi dieci petali accogliendo la Devi solo quando il piccolo io, riconosciuto, giacerà onorato della sua consapevole essenza divinamente conferita dall'amore del Sè.

Il Sè infonderà, allora, l'ardore della fede e lo spirito ritroverà l'energia da infondere anche al corpo.

Aria è stironato dalle intemperie dei mutamenti ambientali e vaga da una corrente all'altra ora dilagando in un moto contrario alla sua corrente ora in estremismo conservatore di leggi consumate dall'evolvere del divenire.

Perseguitato politico o dissidente giuridico o anarchico in patria o rinnegato dal gruppo di discendenza egli scorre la sua vita in continua polemica.

Pensa e ripensa e pensa ancora e ciò che fa riflette il suo pensiero ma lo spirito di ribellione che giace nelle sue accuse non concede pace n‚ soddisfazione poiché ciò a cui egli si oppone non è consapevole nella sua mente.

Egli contiene una verità sottile al punto tale da non riuscire a riconoscerla.

Ecco che la pazzia è la forma più acuta di questa inconsapevole disarmonia.

Perché ogni cosa ritorni al suo fluire armonioso egli può solo fermare il suo inseguire astratti idealismi e cogliere nell'Unico l'Idea.

L'umiltà è il suo antidoto per ogni problema, concessione di se il suo pieno conoscere.

E come stanziare un investimento nell'E' ecco ritrovare tutte le sue doti migliori.

La libertà tanto contestata è ovunque ci sia consapevolezza dell'Essere unione con l'E'.

Approdando al quarto chakra, loto dai sedici petali aperti in un'unica corolla, coglie accondiscendenza con l'Essere in completa risonanza col Cosmo dell'Universo Infinito dell'Om.

Spirito mai nato, mai cominciato, mai definito, mai confinato e quindi eternamente libero.

La Devi splende nel cuore del suono non colpito dal rumore della caduta nella fisicità e irradia energia allo spirito grato di riconoscersi in Colui che Amore E'.

Ecco cosa un quinconce del Sole negli elementi conferisce a chi si rende consapevole della loro energia.

 

L'ESPRESSIONE DEI PIANETI

Ogni pianeta ha la sua componente ma la sua modalità d'espressione cambia a seconda dell'elemento, del segno e della casa in cui si trova.

Come il Sole-coscienza del essere, anche i pianeti assorbono il significato dei quinconce  del segno che li ospita.

Ovvio che ognuno si esprimerà secondo la  peculiarità che lo contraddistingue.

 

LUNA: La percezione sensibile è il dialogo dell'anima.

Mediatrice fra corpo e spirito, è il sentimento che muove sensazioni, pensieri e reazioni (SIR:sensazione integrazione reazione) che convogliano in un'unico stadio passato, presente futuro.

L'anima è la definizione più sottile dell'esistenza ma non è la forma fisica e nemmeno quella spirituale, più semplicemente è l'intersezione fra i due mondi distinti e paralleli.

L'anima codifica la forma e la rende accessibile alla materia.

Evanescente, fluida eppure reale si assume la responsabilità dell'incarnazione causa la memoria condizionata dalla forma.

I sentimenti dell'anima possono innalzare l'ego limitato al piccolo io o la coscienza illimitata del S‚.

 

MERCURIO: I contatti fra dialogo interno e la sua manifestazione all'esterno sono i tentativi di comunicare le impressioni ricevute e la loro codificazione attraverso il filtro mediatore fra il proprio intelligere e l'espressione dello stesso.

Mercurio si assume la responsabilità di questo compito delicato e complesso attraverso la vibrazione del segno in cui cade.

L'ignoranza che coglie la curiosità di superarla e il risultato dell'incarnazione propizia allo stimolo della conoscenza.

 

VENERE: Il bisogno di pace che spesso viene confuso con il possedere l'affetto degli altri trova la sua specifica espressione attraverso Venere.

Le prove legate a questo pianeta mettono in contatto con la svolta evolutiva di comprendere e sperimentare l'apertura all'amore incondizionato.

L'elemento in cui Venere scende è la compartecipazione utile a questa comprensione.

 

MARTE: Il desiderio di affermazione aggressiva è l'ego per eccellenza.

Si riconosce, nel corpo del desiderio e ostenta la sua manifestazione egotica.

Ma Marte è solo azione e, attraverso il suo corpo del desiderio provoca la rinascita.

Anche qui, come per ogni pianeta, l'ottava inferiore, compromette l'espressione primordiale della sua energia.

Marte è solo energia che si qualificherà per segno e aspetti con gli altri punti del programma.

Marte reso consapevole dalle pieghe coscienti delle altre energie, diventa potente spinta all'ascesa verso Il Manifesto che non ha necessità di manifestarsi perché semplicemente E'.

 

GIOVE: Giove specifica lo spazio ottimale dell'inserimento del mondo fisico.

Il suo scopo è espansione.

Quasi sempre viene frainteso e considerato come spazio fisicamente attribuito alla vista sociale, (economia e benessere fisico) ma la sua energia è ben più sottile della forma manifesta.

Giove è la coscienza del Padre Eterno in relazione alla propria capacità di gioire.

Giove è la coscienza di Dio in ogni cosa, è la vista superiore che si accentua quando la comprensione della discendenza superiore accetta consapevolmente lo spazio del ruolo che le è stato assegnato.

 

SATURNO: Saturno......quanto spaventa questo Grande Maestro.

Spesso è vissuto come il peso delle limitazioni, altre volte è il castigo, altre ancora è la condanna.

Saturno è la somma dei conteggi totali del nostro conteggio.

E' la somma dei nostri mondi interni che proietta l'esperienza nella sua totalità e la cala nella materia affinché la reale comprensione delle sue limitazioni venga riconosciuta.

Limita le superficialità della forma per dare il modo di penetrarne la sostanza e comprenderne il quoziente.

Rende tutto veramente abbordabile in ogni forma e sostanza, per questo che pone dei limiti esterni.

L'insegnamento vero risiede nella sostanza, non nella forma che la racchiude: questo è l'insegnamento implicito in Saturno.

 

URANO: Ogni cosa è impermanente e in continua metamorfosi.

Che lo si voglia o no le svolte avvengono quando i tempi sono pronti ai cambiamenti.

Ogni cosa che viene abbandonata nel presente è ogni cosa utile al futuro.

Ogni cosa presente che viene accettata è la possibilità di conferma del libero arbitrio.

Ogni cosa presente che viene elusa è la rinuncia alla comprensione dell'evolvere di ogni tempo in conformità con i rinnovamenti inevitabili.

Urano è la possibilità di accorgersi delle necessarie rivoluzioni dei tempi.

Il libero arbitrio non vuol dire decidere quando nascere o quando morire nè che esperienze affrontare in questo percorso terreno, quanto piuttosto scegliere come vivere nel presente di ogni qui e ora.

Il contatto uraniano è collegato al principio cristico, e il senso di desiderio di libertà che ne deriva è l'intuizione delle orpellose formalità delle quali si ha la necessità di liberarsi.

Il cosmo (Urano per cosignificanza) ha la capacità di essere infinito come lo spirito infinito che anima l'elettricità delle vibrazioni dell'essere: cristica particella dello spirito infinitamente libero nella consapevolezza dell'idea originaria.

 

NETTUNO: Ciò che Urano stimola, Saturno cristallizza.

Ciò che Saturno cristallizza Nettuno dissolve per dare il modo ad Urano di spazzarlo via.

Solve, coagula e rinnova e ancora solve e rinnova per coagulare ed essere nuovamente dissolto.

Questi sono i cicli evolutivi continui e inarrestabili.

Questa è la croce di continua morte e trasformazione nella resurrezione.

Il processo ha come punto d'incontro il sacrificio del piccolo ego che dimentica la sua importanza e si rivolge al Padre del suo spirito e lo accetta in ogni sua non forma celata nella forma conoscendone la trascendenza e l'illusione.

Nettuno, confuso e impersonale nella sua forma è l'espressione più alta per la comprensione di Maya.

Attraverso Nettuno si perde la propria identità per confonderla nel fumoso mondo delle fughe dalla fisicità o si trascende la materia per elevarsi al di sopra di essa.

 

PLUTONE: L'energia primordiale che scatena la vita sta nel seme delle esperienze karmiche allo stesso modo come nel seme di Plutone, corrispondente fisico-testicoli, sta la genesi della vita fisica dell'energia maschile che incontrerà (attraverso Marte-azione diretta) la genesi della vita fisica femminile,( per effetto di Venere ricettacolo dell'ovulo), nell'utero della Madre Terra depositaria del seme fecondato.

Ciò che si semina verrà raccolto allo stesso modo come se si seminerà riso si raccoglierà riso, gramigna per gramigna e di seguito si continuerà ad usare lo stesso seme.

Solo quando tutto sarà distrutto da una catastrofe e tutto il raccolto parrà perduto, lo stimolo alla conquista suggerirà il potere di trasformare un apparente fallimento in una rinnovata semina.

La struttura caduta suggerirà la nuova forma di semina e per ogni grano di senape un albero potrà nascere.

L'albero diventerà forte come una quercia e renderà altri grani di senape predisposti geneticamente a produrre altri forti alberi.

Plutone è karma vivo.

Plutone è fallimento o potere ma mai continuità cristallizzata.

Plutone è come Shiva: creatore e distruttore di se stesso e ogni sua energia è radicale e definitivamente volta alla morte e rinascita ad una nuova forma.

Nel tuono della vita c'è il rinomato libero arbitrio che non è altro che la libertà di scegliere se il lione della vita deve trasportarti o sbranarti e il tuo cuore pu• sempre decidere se il sole può bruciarti o scaldarti.

 

Luna può eludere il Rama o emanare il suo fascino.

Mercurio può illuminare la mente o fingere usando i sistemi collettivi per imbrogliare un suo fratello, il suo spirito e il Rir.

Venere è il ricordo dell'amore divino che stimola lo stuolo dei riordinamenti.

Lo stupido elemento sentimentale che viene confuso con l'amore è egoismo. Il significato elevato di Venere è l'amore per Tutto. Il riordinamento dei riuniti riti iniziatici è il suo scopo.

Marte è il signore degli elementi fisici, non stimola Venere ma il romiro significato.

Il romiro è il Marte e il Deutone è Venere.

Il fitto elemento di Marte sono i romiri e le fistole purulente degli effetti rom.

Rir non risorge con Marte ma, rom non è che il motore del romiro e il Rim stupendo fine.

Il Rim si ottiene servendosi del tuono che c'è in Marte e Giove onora con la sua coscienza il genere umano.

Il risultato del riordino è il tuo e il suo indice di gradimento della coscienza direttamente ristorata da Dio. In seguito ti dirò più tipi di spiegazioni.

Gli stoni risiedono direttamente in Saturno perché è il pianeta dei debiti con le incarnazioni precedenti a questa incarnazione ultima.

E' il rumore che finalmente si ode attraverso le prove che gli si addicono.

Lo studio di Saturno finisce per portare il rimorso alla coscienza Rir, non per criticare ma per migliorare il suo comportamento, e Nettuno ti chiede di sciogliere i tuoi ego strutturati e simultaneamente gli eutoni trasformare in Deutoni.

Dei luminosi effetti ride lo spirito che si è evoluto finalmente libero di nuotare nell'oceano infinito dell'Esistenza Infinita.

Urano è lo stono romita. Il suo illuminato intuito il cuore può cogliere e liberarsi dai demoni dei condizionamenti. Il suo compito è prendere la decisione di rompere con tutto ciò che non gli è utile al suo Rim e l'Om rinasce attraverso il gioco di Uno, ritrovato nome di principio cristico.

Plutone, rombo del karma è la fine di rom e l'inizio di Deutoni. Morte dell'ego e inizio del Se.

E' il sonoro fulmine che lione cavalca.

Sono i fisici impulsi domati che finalmente trovano la loro potente immortalit….

Io molto presto Plutone vi farà visitare.

Plutone è il ponte della rinascita.

Vi condurrò in lui e il romiro rondine diventerà

In rondine ci sono tutti i diritti di volare.

 

Tratto dal corso di Astrologia del Karma (channelling  ABBA-Dori)

http://premabba.altervista.org

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!